Caricamento in corso...
14 novembre 2011

Giallo a Cape Town: ucciso Tyibilika, ex degli Springboks

print-icon
spo

Solly Tyibilika, dal 2004 al 2006 flanker della nazionale sudafricana di rugby, è stato ucciso a Cape Toen durante una sparatoria (Foto archivio Getty)

Dal 2004 al 2006 flanker della nazionale sudafricana di rugby, 32 anni, è stato freddato domenica pomeriggio nella zona di Nyanga durante una sparatoria. L'episodio si è consumato in un locale della township

RUGBY - Vai allo Speciale, rivivi il Mondiale 2011

Solly Tyibilika, 32enne ex flanker della nazionale sudafricana di rugby, è stato ucciso domenica pomeriggio nella township di Nyanga, a Città del Capo. A  darne notizia è il sito ufficiale degli Springboks (Saru). La polizia ha confermato che c'è stata una sparatoria in un locale della township, ma in un primo momento non aveva fornito l'identità della vittima.

"Solly è stato un pioniere fra gli Springboks neri africani e perderlo così all'improvviso e in modo così brutale è molto  doloroso. E' scioccante il disprezzo per la vita nella nostra  società", le parole di Oregan Hoskins, presidente della Saru.

"Mi ricordo di un giocatore molto talentuoso e di un giovane immensamente simpatico che era cresciuto molto velocemente per diventare presto uno Springbok", ha aggiunto.

Tyibilika era nato a Port Elizabeth il 29 giugno del 1979 ed  aveva iniziato la sua carriera nella Loyiso High School della township di Zwide. Aveva debuttato da professionista nelle fila del Griquas nel 2001 prima di trasferirsi ai Lions e poi agli Sharks. Tyibilika aveva  bagnato con una meta il suo match d'esordio con la nazionale del Sudafrica nel test match contro la Scozia ad Edimburgo nel 2004. Con la maglia degli Springboks ha collezionato otto caps e tre mete,  l'ultima messa a segno contro la Nuova Zelanda a Pretoria nel 2006.

Guarda anche:
Italrugby, Brunel si presenta: lotteremo per il Sei Nazioni
Oltraggio alla haka, Francia multata di 2.875 euro

Commenta la notizia nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky