Caricamento in corso...
27 gennaio 2012

Verso il Sei Nazioni: app italiana per analizzare le gare

print-icon
dus

Dusatoir, Warburton, Wood, O'Connell, Parisse, Ford: ecco i capitani delle nazionali iscritte al Sei Nazioni 2012 (Getty)

Si chiama "Live Rugby 2012" e permette a chiunque, dall'Iphone, di seguire l'andamento statistico delle partite azione dopo azione in tempo reale: lo sviluppatore è un rugbysta pugliese residente a Londra, flanker dei Kings Cross Steelers. LE FOTO

SPECIALE: Tutto sull'Italrugby

GUIDA TV:
Il Sei Nazioni in 3D

FOTO: I templi del calcio si danno al rugby - La app italiana per il Sei Nazioni

XV è un numero che si può declinare in migliaia di cifre. Non è matematica, è statistica applicata allo rugby, anzi meglio al Sei Nazioni che comincerà a Parigi il 4 febbraio e vedrà impegnati gli azzurri di Jacques Brunel contro la Francia. Ma di azzurro c’è anche un’applicazione per Iphone destinata ai fanatici dell’analisi delle gare del torneo. Si chiama “Live Rugby Six Nations” e, sebbene la lingua adottata sia l’inglese e i dati arrivino da Opta Sports, ha una genesi italiana: lo sviluppatore infatti è Giuseppe Sollazzo, trentenne pugliese di nascita, bolognese d’adozione e trapiantato a Londra, che già in occasione della Coppa del Mondo aveva lanciato una app simile per Android. Diavolerie per amanti delle statistiche, per coloro che anche nel commentare una partita di rugby restano fedeli al pitagorico “tutto è numero”. Magari senza troppa filosofia, ma tant’è, perché lo sport si può spiegare anche così.

Lo sviluppatore, del resto, ben conosce la palla ovale. Sullo schermo, dagli spalti, ma anche in campo: Sollazzo infatti, messi da parte aggeggi tecnologici e linguaggi di programmazione, gioca come flanker, numero 6 o 7, nei Kings Cross Steelers, squadra londinese affiliata alla English Rugby Football Union e partecipante alla Essex League 2. Un club, gli Steelers, noto per il suo attivismo contro le discriminazioni e, per questo, sostenuto anche dal Metropolitan Police Service della Greater London. Società nata nel 1995, ma sembra una vita fa: allora, l’Italia non partecipava al Sei Nazioni (che, appunto, era Cinque Nazioni), di Iphone ancora non si parlava e un’analisi quantitativa e qualitativa come quella che propone “Live Rugby Six Nations” era ben lungi dall’essere realtà…

Guarda anche:
Un Sei Nazioni fa: tutto sull'edizione 2011


Qual è il destino dell'Italia al prossimo Sei Nazioni? Dillo nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky