Caricamento in corso...
05 febbraio 2012

Il Galles alza la cresta: show con l'Irlanda, finisce 23-21

print-icon

La selezione di Gatland si aggiudica il posticipo della prima giornata del Sei Nazioni. Per gli ospiti mete di Davies (2) e North, una trasformazione e due calci piazzati di Halfpenny. All'Aviva Stadium, Best e Bowe tengono a testa alta l'Irlanda. VIDEO

Scopri tutta la programmazione in 3D

Sfoglia tutto l'Album del Rugby


Il Sei Nazioni visto da Twitter - #skyrugby: domande e curiosità sul Sei Nazioni - #skyrugby: Francia-Italia si è giocata anche su Twitter

di Antonio Raimondi

Grande Galles, Grande Irlanda. Oggi si sono divertite anche gli dei del rugby, se consideriamo che siamo soltanto alla terza partita tra nazionali dell'anno ed abbiamo già una candidata alla più bella partita dell’anno. Il termine spettacolare per il 23 a 21 del Galles sull’Irlanda è sicuramente riduttivo, perché nella partita giocata all'Aviva Stadium di Dublino c'è dentro sì l’essenza spettacolare del rugby, ma c'è la passione e il desiderio di lottare, c'è una superlativa battaglia tattica e gesti tecnici fuori dal comune. Su tutti un giovane, neppure venti anni, George North che ha marcato una meta e praticamente propiziata un'altra, aprendo un buco dove non c'era, usando la forza fisica prima m e la tecnica per un sottomano dopo. Ma non solo, nel primo tempo le mani veloci di Gordon D'Arcy, orfano del "quasi gemello" O'Driscoll, e per restare nel campo irlandese i voli di Rob Kearney, l'estremo con la passione del calcio gaelico, dominatore sulle palle alte.

Andando nella battaglia pura il break down, giocato nel primo tempo in modo favoloso da Sam Warburton, il capitano gallese che meriterebbe una telecamera dedicata, per poter apprezzare completamente la sua capacità di interpretare il pericoloso territorio dei punti d’incontro. Le contromosse invece dell'Irlanda con la potenza di Jamie Heaslip, Sean O'Brien e Stephen Ferris che sul finire del primo tempo hanno tagliato fuori Warburton, non rientrato nel secondo tempo a causa di un infortunio. In mezzo a tanta bellezza rugbistica, il copione di un thriller segnato nel ritmo dall'alternanza del risultato: 3 a 0 Irlanda, 5 a 3 Galles, fine del primo tempo 10 a 5 Irlanda. Nel secondo tempo il recupero Galles 15 a 13 seguito dal 16 a 15 e 21 a 15 Irlanda, con il Galles con l'uomo in meno per il giallo a Davies. Prima di tornare in parità numerica, 21 a 20, ancora vantaggio Irlanda, ma con un ultimo pallone e due minuti da giocare per il Galles.

La risalita palla in mano gallese, fino al placcaggio pericoloso di Stephen Ferris (giallo per lui) che ha messo Halfpenny nella possibilità di marcare i tre punti della vittoria gallese. In questo caso è difficile dire che una delle due squadre abbia perso, semplicemente il Galles ha segnato più punti, ma l’Irlanda avrebbe meritato il successo tanto quanto il Galles.

Guarda anche:

L'Italrugby ha convinto Brunel: confermati i 24 azzurri
Inghilterra, basta un ruggito: Scozia ko a Murrayfield

Italia, tracce di grande rugby. Ma l'esordio è della Francia


Commenta il risultato nel Forum del Rugby

Tutti i siti Sky