Caricamento in corso...
08 febbraio 2012

Sei Nazioni, Bortolami e Canale nel XV anti-Inghilterra

print-icon
spo

Gonzalo Canale dal primo minuto nel XV azzurro che nella seconda giornata del Sei Nazioni affronterà l'Inghilterra (Foto Getty)

Il ct dell'Italrugby, Jacques Brunel, ha ufficializzato la formazione che scenderà in campo sabato 11 febbraio allo stadio Olimpico di Roma. Due i cambi apportati: l'inserimento dal primo minuto di Canale e di Bortolami. Match live su Sky, anche in 3D

Scopri tutta la programmazione in 3D

Sfoglia tutto l'Album del Rugby


Il Sei Nazioni visto da Twitter - #skyrugby: domande e curiosità sul Sei Nazioni - #skyrugby: Francia-Italia si è giocata anche su Twitter

Jacques Brunel, ct dell'Italrugby, ha ufficializzato la formazione che scenderà in campo sabato 11 febbraio allo Stadio Olimpico di Roma contro l'Inghilterra (ore 17, Sky Sport 2 HD e Sky 3D) nella seconda giornata del Sei Nazioni 2012. Due i cambi apportati dal ct, all'esordio davanti al pubblico di casa, per la sfida al XV della Rosa: le novità nella formazione di partenza sono l'inserimento dal primo minuto di Gonzalo Canale nel ruolo di primo centro, in coppia con Tommaso Benvenuti, e del seconda linea veterano Marco Bortolami che, affiancato da Quintin Geldenhuys, sostituisce Van Zyl.

Per Bortolami si tratta del novantesimo cap in carriera, terzo atleta nella storia dell'Italrugby a tagliare il traguardo dopo Troncon (ritiratosi dopo 101 caps) e Lo Cicero, che inserito in prima  linea colleziona la novantatreesima presenza internazionale e si conferma l'azzurro più presente tra quelli in attività, secondo  all-time. Tre novità in panchina rispetto alla partita di Parigi: il capitano e seconda linea della Benetton Treviso Antonio Pavanello ha la possibilità di conquistare la sua prima presenza nel Sei Nazioni, la sesta in assoluto, due anni e mezzo dopo la sua ultima apparizione in azzurro nel novembre 2009 contro Samoa, il flanker veterano Mauro Bergamasco rientra nella lista dei ventidue ed il giovane centro Luca Morisi, unico atleta proveniente dal Campionato d'Eccellenza, va in panchina pronto a fare il proprio esordio internazionale. In caso di utilizzo diverrebbe il nono atleta ad aver frequentato l'Accademia FIR "Ivan Francescato" a raggiungere il palcoscenico dei test-match.

Sergio Parisse, all'ottantacinquesima partita, è capitano dell'Italia per la trentasettesima volta in carriera e raggiunge Massimo Giovanelli e Marco Bortolami in vetta alla classifica dei giocatori ad aver guidato più volte sul campo gli Azzurri mentre il compagno di reparto Alessandro Zanni conquista il suo sessantesimo cap ed inanella la trentacinquesima apparizione consecutiva, giocatore più presente con la Nazionale dal primo turno del 6 Nazioni 2008 ad oggi. Sabato all'Olimpico l'Italia sfida l'Inghilterra per la diciottesima volta nella propria storia: la formazione in bianco è l'unica rappresentativa europea a vantare un bilancio di sole vittorie contro gli Azzurri. Arbitra l'incontro il trentottenne francese Jerome Garces, che dirige l'Italia per la prima volta in carriera.

Il pronostico dei bookmakers - Dopo la sconfitta in Francia contro i vicecampioni del mondo, gli uomini di Brunel puntano al riscatto contro chi il rugby l'ha inventato, l'Inghilterra. Impresa non impossibile però a giudicare dai pronostici dei bookmaker, che offrono la vittoria azzurra a 4.50, quota non proibitiva, pur confermando gli uomini di Rob Andrew favoriti a 1.93. Aspettando il risultato di sabato - informa Agicos - gli azzurri restano favoriti per il ben poco ambito cucchiaio di legno (a quota 1.57 davanti alla Scozia, a 3.00), mentre per la vittoria al Sei Nazioni Francia e Galles in pole a 2.50, Inghilterra a 6.00, Irlanda a 10.00, Scozia a 100.00 e azzurri a 500.00.

Guarda anche:

Sei Nazioni, i fantastici XV: i migliori del primo turno
Il Galles alza la cresta: show con l'Irlanda, finisce 23-21

L'Italrugby ha convinto Brunel: confermati i 24 azzurri


Commenta l'articolo nel Forum del rugby

Tutti i siti Sky