Caricamento in corso...
25 febbraio 2012

Italia ko, Brunel: "Persi troppi uno contro uno"

print-icon
rug

Morale sotto i tacchi e sguardi sconsolati per gli azzurri dopo la sconfitta in Irlanda (Getty)

Il ct dell'Italrugby prova a spiegare le ragioni della pesantissa sconfitta con l'Irlanda: "Nel primo tempo la gara è stata interessante ed equlibrata ma con il passare dei minuti siamo calati a causa della maggiore velocità degli avversari"

Scopri tutta la programmazione in 3D

Sfoglia tutto l'Album del Rugby


Il Sei Nazioni visto da Twitter - #skyrugby: domande e curiosità sul Sei Nazioni - #skyrugby: Francia-Italia si è giocata anche su Twitter

Vai allo speciale sul Rugby

La delusione è forte nel clan azzurro dopo la sconfitta patita contro l'Irlanda (42-10) all'Avida Stadium di Dublino nella terza giornata del Torneo Sei Nazioni. Ci mette la faccia il capitano Sergio Parisse che accompagna nella conferenza stampa di fine gara il tecnico Jacques Brunel: "Abbiamo mollato mentalmente - dice l'italo-argentino che oggi ha realizzato l'unica meta azzurra ed e' diventato il giocatore con più presenze da capitano con la maglia dell'Italia -. E pensare - continua - che alla fine del primo tempo abbiamo anche pensato di poter vincere. Poi nella ripresa e' cambiato troppo, e ancora non abbiamo compreso il motivo".

Brunel, dal canto suo, parla di due partite in una: la prima con l'Italia attaccata al risultato, lucida, convinta del proprio gioco; la seconda inguardabile: "Abbiamo sbagliato troppi placcaggi - dice l'allenatore francese alla sua terza presenza e terza sconfitta sulla panchina azzurra -. E' stata una vera e propria delusione". Poi Brunel difende il sua scommessa Botes al quale oggi aveva affidato la mediana dal primo minuto ma il giocatore e' stato autore anche stavolta di una prova non sufficiente soprattutto sui calci: "Dopo la partita con l'Inghilterra - afferma Brunel - c'è stata molta attenzione dei media con critiche che non hanno giovato e che hanno creato difficoltà". Il riferimento è evidentemente i due clamorosi calci sbagliati da Botes con l'Inghilterra che avrebbero messo sotto pressione il giocatore.

In casa irlandese l'attenzione è già tutta rivolta alla Francia. Il match, che recupera quello non giocato allo Stade de France due settimane fa per il terreno ghiacciato, è in programma domenica prossima 4 marzo. Il tecnico dei Verdi Kindey, ha detto che sarà una sfida decisiva per i suoi per capire quali saranno le possibilità che hanno di vincere il Sei Nazioni.

Tutti i siti Sky