Caricamento in corso...
14 marzo 2012

Italrugby, con la Scozia ultima chance: torna Castrogiovanni

print-icon
cas

Martin Castrogiovanni rientra dopo l'infortunio alle costole rimediato contro l'inghilterra (Getty)

Il ct Jacques Brunel ha ufficializzato il XV che scenderà in campo allo stadio Olimpico di Roma per affrontare i britannici sperando nel successo per evitare il temuto "cucchiaio di legno". Confermato Bergamasco, rientra il forte pilone azzurro

Vai allo speciale sul Rugby - Scopri tutta la programmazione in 3D - Sfoglia tutto l'Album del Rugby

Il Sei Nazioni visto da Twitter - #skyrugby: domande e curiosità sul Sei Nazioni - #skyrugby: Francia-Italia si è giocata anche su Twitter

Sei cambi e il ritorno di Martin Castrogiovanni nella formazione dell'Italia che sabato ospiterà la Scozia nell'ultima giornata del 6 Nazioni. Il ct Jacques Brunel ha ufficializzato il XV che scenderà in campo allo stadio Olimpico di Roma. Due le novità nella linea dei trequarti, con Giovambattista Venditti che riconquista il posto all'ala dopo aver saltato la trasferta gallese rilevando il posto di McLean mentre Tommaso Benvenuti torna titolare nel ruolo di secondo centro con Gonzalo Canale che mantiene il posto in squadra preferito, come primo centro, ad Alberto Sgarbi. Conferma all'ala per Mirco Bergamasco dopo il rientro di Cardiff: è la 48a presenza nel torneo ed il minore dei fratelli Bergamasco si conferma l'azzurro più presente di sempre nel Sei Nazioni.

In cabina di regia quarta partenza in cinque gare per Kristohper Burton all'apertura con Edoardo Gori che, recuperato dal problema al ginocchio, torna ad indossare la maglia numero nove lasciata la scorsa settimana a Fabio Semenzato. In terza linea confermati ancora una volta gli inamovibili Sergio Parisse (quarantesima partita come  capitano) e Alessandro Zanni (sempre presente nelle ultime trentasette partite dell'Italrugby), rientra nel XV titolare Robert Barbieri al posto di Simone Favaro.

In seconda linea 93.o cap per Marco Bortolami in sostituzione di Cornelius Van Zyl mentre Quintin Geldenhuys conquista il suo trentesimo cap internazionale confermandosi uno degli azzurri più presenti da tre stagioni a questa parte. Recupero-lampo in prima linea per Martin Castrogiovanni che torna ad indossare la maglia numero tre di pilone destro dopo la frattura costale riportata poco più di un mese fa all'Olimpico contro l'Inghilterra. 'Castro' divide la prima linea, ancora una volta, con il tallonatore Leonardo Ghiraldini e con Andrea Lo Cicero, al suo novantacinquesimo cap.

In panchina il tallonatore Tommaso D'Apice, il pilone Lorenzo Cittadini, il seconda linea Joshua Furno pronto ad esordire nel Torneo dopo aver conquistato il suo primo ed unico cap in agosto proprio contro la Scozia, i due flanker Simone Favaro e Manoa Vosawai, Tobias Botes in grado di rappresentare un'alternativa tanto a Burton che a Gori ed, infine, l'utility back Giulio Toniolatti, unico romano in campo all'Olimpico sabato pomeriggio.

La formazione: 15 Andrea Masi, 14 Giovambattista Venditti, 13  Tommaso Benvenuti, 12 Gonzalo Canale, 11 Mirco Bergamasco, 10  Kristopher Burton, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Robert  Barbieri, 6 Alessandro Zanni, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lo Cicero. A  disposizione: 16 Tommaso D'Apice, 17 Lorenzo Cittadini, 18 Joshua  Furno, 19 Simone Favaro, 20 Manoa Vosawai, 21 Tobias Botes, 22 Giulio  Toniolatti.

Tutti i siti Sky