Caricamento in corso...
17 novembre 2012

Brunel: "Abbiamo messo un po' di dubbi agli All Blacks"

print-icon
ita

Gli azzurri osservano l'Haka degli All Blacks all'Olimpico (Getty)

Il ct dell'Italrugby nonostante il 10-42 inferto dalla Nuova Zelanda agli azzurri vede il bicchiere mezzo pieno: "Abbiamo dato una bella immagine del nostro gioco". Parisse: "Sono orgoglioso e fiero di quanto fatto contro i migliori al mondo"

"Abbiamo dato una bella immagine del nostro gioco, cercando di portare il pallone e di imporci in ogni parte del campo". Nonostante il 42-10 subito per mano della Nuova Zelanda, il ct dell'Italrugby Jacques Brunel può ritenersi soddisfatto per la prestazione dei suoi. "Abbiamo messo un po' di dubbi agli All Blacks - ha detto il tecnico francese a Sky - Sul 10-23 potevamo pensare anche di farcela ma abbiamo perso una touche nei loro 22 metri e preso una meta. Nel finale, poi, il risultato si è fatto un po' troppo pesante. La difesa? Abbiamo commesso qualche errore, dobbiamo averne una più collettiva ed efficace". Sabato prossimo, a Firenze, c'è l'Australia: "Innanzitutto dobbiamo recuperare perchè oggi la partita è stata intensa, anche se ci ha offerto molte cose positive e fiducia. L'Australia è allo stesso livello della Nuova Zelanda, sarà un'altra partita difficile per noi".

"Sono orgoglioso e fiero di quanto fatto contro i migliori al mondo". Ai microfoni di Sky, Sergio Parisse si dice soddisfatto per la prestazione. "Siamo molto stanchi - ammette il capitano azzurro - Nel primo tempo abbiamo lasciato tantissime energie sul campo, nei primi venti minuti della ripresa loro hanno accelerato ed è stato un peccato aver preso due-tre mete nell'ultimo quarto d'ora". Sabato c’è l'Australia: "Sarebbe presuntuoso dire che vogliamo vincere, sarà un'altra dura battaglia. Cercheremo di fare il massimo ma già oggi abbiamo fatto meglio rispetto alla sfida con Tonga".

Tutti i siti Sky