Caricamento in corso...
03 febbraio 2013

Italrugby da sogno. I Galletti ci lasciano le penne

print-icon

Nell'esordio del Sei Nazioni la squadra di Jacques Brunel batte 23-18 la Francia in casa e si aggiudica il trofeo Garibaldi. Grande prova di carattere degli azzurri con Castrogiovanni autore della meta decisiva

ITALIA 23
Mete:S. Parisse 5' pt - M. Castrogiovanni 18' st
Trasformazioni: L. Orquera 6' pt, 19'
Drop: L. Orquera 15' pt - K. Burton 29' st
Calci piazzati: L. Orquera 18' pt

FRANCIA
18
Mete: L. Picamoles 12' pt - B. Fall 34' pt
Trasformazioni:F. Michalak 35' pt
Calci piazzati:F. Michalak 29' pt, 10' st

Guarda la cronaca del match



Impresa Italia. All'esordio del Sei Nazioni l'Italia di Jacques Brunel vince in casa contro la Francia allo Stadio Olimpico. Una vittoria di carattere dopo una partita a due facce. La squadra guidata da Sergio Parisse parte benissimo, Andando in meta al 5' proprio con il capitano, capace di sfruttare una percussione di Venditti. Pacchetto di mischia aggressivo, touches vinte, difesa accorta portano l'Italia a metà del primo tempo ad essere in vantaggio 13-5 (per i galletti meta non trasformata di Picamoles).

I francesi di Philippe Saint-André sembrano uscire alla distanza. Alzano i ritmi e sfruttano la loro maggior classe e la velocità nel gioco alla mano. Gli azzurri si distraggono in touches, calano in mischia ordinata ma non affondano solo per la solita grande capacità difensiva. Una meta, un piazzato e una trasformazione di Michalak, portano i francesi avanti 13-15 a fine primo tempo. La ripresa comincia come era iniziato l'incontro. Gli azzurri premono, Michalak su punizione porta i francesi a +5 ma sbaglia il piazzato della sicurezza. L'Italia, nel momento in cui era sul punto di cedere, tira fuori l'orgoglio con Martin Castrogiovanni, servito da un magnifico Sergio Parisse. E' la metà del pareggio con Luciano Orquera che firma il 20-18. Dopo il vantaggio è un'altra Italia. Come quella di inizio partita. Attenta ma soprattutto con un grande carattere. Si resiste in trincea e Burton chiude con un drop difficilissimo. Finisce 23-18. E per la Francia non ci sono vacanze romane, ma solo amarezza. Come quella dell'ex nazionale Chabal, che su Twitter ha scritto: "Oh merde". Messaggio da intendere come franco-imprecazione per la disfatta e non certo un'offesa nei confronti di chicchessia. 

Tutti i siti Sky