Caricamento in corso...
16 marzo 2013

L'Italrugby torna a correre, Irlanda battuta e scavalcata

print-icon
zan

Alessandro Zanni è stato uno dei protagonisti del successo dell'Italia sull'Irlanda

I ragazzi di Brunel, nel giorno dell'ultima in azzurro di Lo Cicero, chiudono alla grande il Sei Nazioni conquistando il secondo successo di questa edizione. Verdi ko 22-15 e superati in classifica

ITALIA-IRLANDA 22-15

Guarda la cronaca del match


L'Italia torna a correre. All'Olimpico Irlanda battuta e scavalcata. I ragazzi di Brunel, nel giorno dell'ultima in azzurro di Salvatore Lo Cicero (al 103esimo cap, record assoluto), chiudono alla grande il Sei Nazioni conquistando il secondo successo di questa edizione. L'ItalRugby vince 22-15 e grazie a questo successo sale al quarto posto a quota 4, superando in classifica proprio i verdi, eguagliando il Sei Nazioni 2007.

L'Italrugby chiude, dunque, il Sei Nazioni 2013 così come l'aveva cominciato: con una vittoria. Gli azzurri, dopo il successo con la Francia al debutto e le sconfitte subite contro Scozia, Galles ed Inghilterra, saluta il Torneo collezionando la seconda affermazione, ottenuta sul prato dello Stadio Olimpico di Roma ai danni dell'Irlanda, battuta, per la prima volta nel Sei Nazioni, 22-15 (9-6). L'unica meta del match porta la firma di Venditti, che va a segno al 9' della ripresa dopo il via libera del Tmo. Ultima apparizione in maglia azzurra di Lo Cicero, sostituito nella ripresa. In classifica, dunque, Parisse e compagni finiscono con 4 punti all'attivo, dimostrando di poter competere con le grandi d'Europa e di avere ulteriori margini di miglioramento in vista dei prossimi impegni.

Tutti i siti Sky