Caricamento in corso...
18 settembre 2015

E' subito Inghilterra, batosta Fiji: 35-11 a Twickenham

print-icon

E' cominciata la Rugby World Cup 2015, con i padroni di casa che non steccano nel primo match del Gruppo A (con Galles e Australia). Agli ospiti annullata una meta al 29' dopo un replay sui tabelloni dello stadio: Matawalu non aveva depositato l'ovale oltre la linea  

INGHILTERRA-FIJI 35-11

Guarda il tabellino e la cronaca del match


E’ cominciata a Twickenham la Rugby World Cup 2015, con i padroni di casa dell'Inghilterra che hanno battuto  le isole Fiji... . Una vittoria che appare già fondamentale visto che in questo raggruppamento, la Pool A, ci sono Australia e Galles e solo due su tre passeranno ai quarti. Grande l'atmosferta, galvanizzata dalla splendida cerimonia d'apertura

Primo tempo - Molto divertente tra squadre che sono arrivate all'esordio con una preparazione  atletica al top; eppure la palpabile tensione - soprattutto quella della formazione ospite - e qualche errore di troppo hanno condizionato la frazione; qui comuqnue è emersa la maggiore solidità degli inglesi rispetto ai fijiani. La selezione di casa passa al 3' con un piazzato di Ford, poi il primo strappo e l'allungo tra il 13' ed il 23', prima con una meta tecnica e poi con quella di Brown. Prima del break le Fiji danno testimonianza della loro presenza in campo e accorciano con la meta di Nadolo, che poco dopo realizza anche un piazzato.

La meta annullata... da un video
- Il primo tempo è stato caratterizzato anche da una meta annullata alle Fiji dopo che l'azione era stata visionata da un arbitro. Al 29', infatti, sul 15-0 per gli inglesi, la marcatura di Matawalu non è stata convalidata dal sudafricano: il replay sui tabelloni ha mostrato chiaramente che il figiano non aveva depositato l'ovale oltre la linea. Anche l'arbitro, dal campo, ha visto le immagini e poi ha chiesto l'intervento del Tmo (il quarto uomo alla moviola) e dopo un paio di minuti e un breve consulto via radio è tornato sulla sua decisione e ha annullato la meta. E' un fatto inconsueto, e farà discutere, perché di solito nel rugby l'arbitro interpella il Tmo su situazione confuse e quindi sempre prima di decidere, ma non quando ha già concesso il punto. Invece stavolta ci ha ripensato dopo aver guardato le immagini passate più volte sui tabelloni.

Secondo tempo - Non cambia molto né sul piano del gioco né su quello del ritmo. L'Inghilterra macina azioni su azioni, le Fiji si accendono a tratti. Troppo poco anche solo per ipotizzare una rimonta. Brown va ancora in meta al 72' (con trasformazione), in precedenza il piazzato di Farrel. Nel complesso una vera dimostrazione di superiorità degli inglesi che è un chiaro messaggio a tutti i pretendenti al titolo mondiale. Straodinarie le cariche degli uomini di Lancaster, che al 42' trovano ancora la meta con Vunipola.

Tutti i siti Sky