Caricamento in corso...
03 ottobre 2015

L'Australia elimina l'Inghilterra. Sudafrica, missione compiuta: Scozia battuta

print-icon
fol

La meta di Foley nella emozionante vittoria dell'Australia sull'Inghilterra (Getty)

I padroni di casa perdono contro i Wallabies 33-13 e vanno fuori dai Mondiali: Foley mattatore del match. Le mete di Burger, Pietersen e Habana, con le trasformazioni e i piazzati di Pllard, trascinano gli Springboks ad un successo fondamentale per il passaggio ai quarti. Il Giappone travolge Samoa 26-5

INGHILTERRA-AUSTRALIA 13-33
Guarda la cronaca del match


Una partita dai contenuti forti, dalle emozioni infinite e un risultato, alla fine, tutto sommato giusto. Perché nonostante la rimonta tentata dall'Inghilterra il Sudafrica ha tenuto botta dimostrandosi formazione capace anche di soffrire senza farsi prendere dal panico, mantenendo una lucidità incredibile nonostante un momento in cui l'inerzia della partita sembrava dovesse premiare l'Inghilterra. Primo tempo spettacolare degli australiani che hanno demolito la resistenza inglese riuscendo a portarsi avanti sul 20-3.

Nel secondo tempo i "bianchi" di casa sospinti anche dal pubblico di Twickenham hanno provato a colmare un gap arrivando fino al 20-10 con la meta di Watson per poi accorciare ancora fino al 20-13 prima del fallo (con cartellino giallo) commesso da Farrell che ha lasciato i suoi in 14 proprio nel clou del tentativo di rimonta. Da quel momento in poi a 10' dal termine l'Australia ha potuto ancora allungare fino al 33-13 finale. L'Inghilterra, dunque, va fuori dal Mondiale di casa: è la prima volta che accade a un Paese che organizza il torneo.

SUDAFRICA-SCOZIA 34-16
Guarda la cronaca del match


Una vittoria fondamentale per la classifica del Gruppo B della World Cup, ma anche per l'orgoglio ferito (dopo il ko con il Giappone) degli Springboks. Il Sudafrica supera la Scozia al St. James Park di Newcastle e la scavalca in testa al girone. Partono subito forte i sudafricani, in meta al 13' con Burger e con Pietersen al 38'. In mezzo le trasformazioni e i piazzati di Pollard. Il tutto in un primo tempo dominato dal Sudafrica (20-3), superiore in ogni fese di gioco. Complici le scelte del ct Meyer, che ha (finalmente) cambiato la squadra con innesti in grado di dare più di brio alla manovra.

Della Scozia c'è qualche traccia in più nella ripresa, grazie a Seymour che va in meta in avvio (al 49' e trasformata da Laidlaw un minuto dopo) e successivamente con i i piazzati di Weir (46' e 60'). Poca roba, però, davanti ad un Sudafrica che non molla un colpo e nel finale va ancora in meta con Habana. Arriva così il sorpasso in classifica che ci riconsegna i veri Springboks.

 

SAMOA-GIAPPONE 5-26
Guarda la cronaca del match


Dopo il sorprendente successo all'esordio contro il Sud Africa, il Giappone vince facile contro Samoa nella terza giornata del Gruppo B della Rugby World Cup 2015. Allo Stadium MK di Milton Keynes, la selezione di Eddie Jones ha chiuso dul 26 a 5 (20-0 il primo tempo) e agganciato il secondo posto in classifica, scavalcando prorpio l'avversario di giornata e gli Springboks (ora in campo con la Scozia). Per il Giappone un altro passo verso una storica qualificazione ai quarti. Partita senza storia e sbloccata da una meta tecnica al 24'; poi è arrivata quella di Yamada al 41' con le trasformazioni e i quattro piazzati di Goromau che hanno affondato Samoa, riuscita ad andare in meta solo al 65' con un contropiede finalizzato da Perez.

Tutti i siti Sky