Il cielo nuvoloso di New York non sembrava promettere bene, ma le previsioni meteo sono le migliori dell'ultimo mese. E così, alle 9.20 in punto, il Vo70 Maserati di Giovanni Soldini è partito alla volta di Cape Lizard. Davanti alla prua 2.925 miglia attraverso l'Atlantico, tra gli iceberg dell'isola di Terranova, da percorrere in meno di sei giorni, 17 ore, 52 minuti e 39 secondi, il record realizzato nel 2003 dal monoscafo Mari Cha IV dell'inglese Robert Miller.

"L'attesa è stata lunghissima, ma abbiamo fatto bene ad aspettare", ha spiegato Soldini prima di mollare gli ormeggi. "Sembra che questa sia la bassa pressione perfetta - ha aggiunto - per tentare un record così impegnativo. Cercheremo di cavalcare al meglio l'onda del vento e di arrivare in Inghilterra con il record in tasca. Siamo tutti molto carichi e fiduciosi".

La navigazione di Maserati può essere seguita in diretta su www.maserati.soldini.it. A bordo insieme a lui un equipaggio internazionale di primo piano: dal navigatore americano Brad Van Liew, al timoniere spagnolo Javier de la Plaza. E poi i francesi Sebastien Audigane - timoniere e trimmer - e Ronan Le Goff - timoniere e prodiere - l'aiuto prodiere inglese Tom Gall e gli italiani Guido Broggi e Corrado Rossignoli.