La Iaaf ha deciso di radiare a vita l'ex capo della federazione russa di atletica Valentin Balakhnichev in seguito allo scandalo-doping che ha colpito il paese e che potrebbe forse costare alla Russia la partecipazione alle Olimpiadi di Rio. Balakhnichev l'ha definita una sentenza "politica": "Sono stato scelto come bersaglio e il vero obiettivo è quello di screditare lo sport russo in generale", ha detto alla Tass.

Balakhnichev ha aggiunto che intende presentare ricorso contro questa decisione. La Commissione etica della IAAF ha radiato anche l'ex allenatore della Russia Aleksey Melnikov e Papa Massata Diack, il figlio dell'ex presidente IAAF Lamine Diack.