Henrik Kristoffersen, dominatore della stagione, conquista il sesto successo su sette gare vincendo lo slalom speciale in notturno a Schladming in 1'42"20. Il norvegese ha di nuovo strapazzato l'austriaco Marcel Hirscher, secondo in 1'42"81 dopo una rimonta prodigiosa, visto che era solo 22esimo dopo la prima manche a causa delle lenti degli occhiali annebbiate (perché messe alla rovescia). Hirscher è ora di nuovo in testa alla classifica generale. Terzo posto per il russo Alexander Khoroshilov, in 1'42"97.

Delusione Gross
- Per l'Italia, in una seconda manche caratterizzata da una leggera nebbia sul tracciato, il migliore è stato il trentino Stefano Gross, sesto in 1'43"44. Gross era secondo dopo la prima manche, ma nella seconda ha commesso troppi errori, soprattutto sulla parte centrale del tracciato, su una neve difficilissima. Ottavo in classifica Patrick Thaler in 1'43"55.

Moelgg in forte ritardo - È invece finito in forte ritardo, dopo un errore, Manfred Moelgg, che ha chiuso in 1'47"82. La prossima tappa di Coppa del mondo sarà in Germania, a Garmisch-Partenkirchen: sabato discesa e domani gigante. In vista della discesa, e dopo gli infortuni di Kitzbuehel attribuiti dai tecnici Fis soprattutto alla non buona visibilità, è stato deciso che dalla gara di Garmisch i tratti di percorso dove vi sono compressioni saranno segnati con colori speciali e più vividi.