Nonostante Svindal sia fermo ai box per la rottura del crociato avvenuta durante la discesa di Kitzbuhel la scorsa settimana, la squadra norvegese può comunque sorridere grazie all'incredibile vittoria di Alexander Kilde, che partito con il pettorale 30, riesce a essere il più veloce sul difficile tracciato della libera di Garmisch.
Kilde quest'anno si era già messo in luce in diverse occasioni conquistando anche un terzo posto nel Super-G della Val Gardena, ma non aveva mai vinto. Il successo sulla pista tedesca rende felice lui e tutto il team, Jansrud compreso, mentre la delusione è tanta sia per lo sloveno Kline - che era rimasto in testa alla classifica provvisoria fino all'arrivo di Kilde. Terzo posto per lo svizzero Beate Feuz.
Quarto posto e fuori dal podio per un solo centesimo l'azzurro Christof Innerhofer che ormai stava per festeggiare. Per l'Italia - in una gara estremamente difficile e selettiva, che ha creato problemi a tantissimi atleti con le sue terribili curve - ci sono il decimo posto di Peter Fill e il 12mo di Dominik Paris. Sono finiti fuori campioni come l'attesissimo austriaco Hannes Reichelt e il canadese Erik Guay, grosse difficoltà anche per l'asso norvegese Kjetil Jansrud, che ha chiuso in forte ritardo in 1'56"20. Domenica lo slalom gigante.



Donne, slalom gigante alla Rebensburg - Lo slalom gigante di Coppa del mondo a Maribor è stato vinto in 2'29"82 dalla tedesca Viktoria Rebensburg, davanti alla slovena Ana Drev in 2'30"14 e a Tina Weirather del Liechtenstein in 2'30"16. Per l'Italia - uscita Federica Brignone già nella prima manche - la migliore è stata Nadia Fanchini, 8.a in 2'31"13. Poi ci sono Marta Bassino, 9/a in 2'31"42, 12/a Manuela Moelgg in 2'31"56, Elena Curtoni 14/a in 2'31"65, Irene Curtoni 15/a in 2'31"70 e Francesca Marsaglia 19/a in 2'32"37.
E' stata una gara falsata dalle temperature elevate - 12 gradi sopra lo zero nella seconda manche - di questi giorni che hanno rovinato il fondo della pista, consentendo solo alle primissime atlete al via di fare risultato. Nella seconda manche sono uscite senza danno Lindsey Vonn e Lara Gut. In classifica generale di coppa resta così in testa la statunitense con 900 punti, contro gli 855 della svizzera. Domenica in programma uno slalom speciale.