La campionessa Usa Lindsey Vonn è caduta nel superG di di cdm di Soldeu scivolando sullo sci esterno in una curva. L'atleta è rimasta accasciata sulla neve ed è stata subito soccorsa, e la gara è stata interrotta. A Vonn è stata immobilizzata la gamba sinistra all'altezza del ginocchio. Poi è stata caricata su una barella-slitta e portata a valle per essere trasferita in ospedale. La gara è ripresa facendo scendere un paio di apripista. L'americana era partita con il pettorale 16, sotto una fitta nevicata in corso ormai da tempo e con visibità precaria. Era al comando l'azzurra Brignone. L'incidente si è verificato dopo il secondo intermedio, quasi a ridosso del traguardo, che dava Vonn in vantaggio di 32 centesimi di secondo sulla Brignone.

Vittoria Brignone, Goggia quarta - L'azzurra Federica Brignone, al secondo successo in carriera, ha vinto a sorpresa il supergigante di Soldeu con il tempo di 57.33. Ha preceduto la statunitense Laurenne Ross e l'austriaca Tamara Tippler. Per la Brignone è il 12.mo podio in carriera: due vittorie, quattro secondi e sei terzi posti oltre all'argento mondiale in gigante a Garmisch 2011.
La gara è stata segnata dalla brutta caduta di Lindsey Vonn, portata in ospedale. Per l'Italia vi sono poi, favorite anche dalle migliori condizioni meteo ad inizio gara, Sofia Goggia 4/a in 57.77, Elena Fanchini 5/a in 57.84 e Johanna Schnarf 6/a in 58.02. Poco piu" indietro Elena Curtoni in 58.32, Francesca Marsaglia in 58.44, Nadia Fanchini in 59.00 e Daniela Merighetti in 59.09.
Si è gareggiato sotto una nevicata sempre più forte, visibilità non perfetta, su un tracciato accorciato per il maltempo in quota e con inizio gara ritardato di tre ore.
In classifica generale, nonostante la caduta di oggi, la Vonn resta al comando con 1.215 punti. La sua rivale, la svizzera Lara Gut, è infatti finita dietro le migliori 15 non raccogliendo così punti sufficienti per sorpassare l'americana. Anche la classifica di superG, quando mancano ancora due gare alla fine della stagione, vede sempre al comando Vonn con 420 punti. Domenica sui Pirenei è in programma una combinata alpina.



SuperG Hinterstoder, vince Kilde - Il supergigante di cdm di Hinterstoder, il sesto degli otto in programma in questa stagione, è stato vinto in 1.29.89 dal norvegese Alexander Kilde, 23 anni e secondo successo in carriera dopo la vittoria nella discesa di Garmisch a gennaio. Secondo a sorpresa lo sloveno Bostjan Kline in 1.30.13. Per lui è il secondo podio dopo essere stato secondo proprio nella discesa di Garmisch alle spalle di Kilde. Terzo l'austriaco Marcel Hirscher in 1.30.24.

Non bene l'Italia: è infatti finito fuori per salto di porta Peter Fill ed il migliore azzurro è così Christof Innerhofer che, su un tracciato che pure pareva adattissimo a lui, ha chiuso 12.mo in 1.31.33. Poi c'è Mattia Casse 13.mo in 1.31.36 mentre Dominik Paris, vittima di un erroraccio, ha chiuso in ritardo in 1.31.48.
Si è gareggiato con il sole sulla pista intitolata all'ex campione locale Hannes Trinkl: un tracciato estremamente difficile e selettivo che non perdona gli errori: due grandi muri, una serie di curve micidiali, un salto estremamente difficile e soprattutto con un fondo di ghiaccio vivo.

Hirscher ha aumentato il suo vantaggio in classifica generale portandolo a 1.285 punti contro i 1.022 del suo immediato inseguitore, il norvegese Henrik Kristoffersen, che oggi non ha gareggiato. Per Hirscher è sempre più vicino il record della conquista della quinta coppa del mondo consecutiva. Nella classifica di superG in testa c'è ancora l'infortunato norvegese Aksel Svindal con 310 punti ma siti dopo c'è il suo connazionale Kilde con 285.
Domenica nella località della Alta Austria si chiude il fine settimana un secondo gigante dopo quello di venerdì.