Lo avevamo lasciato godersi il meritato successo all'Honda Classic. Ma Adam Scott ha strappato un'altra vittoria. Non una a caso ma il Cadillac Championship, un torneo dei quattro del circuito mondiale che come primo premio sfiora un milione e seicento mila dollari. Il secondo sigillo consecutivo nel giro di due weekend in Florida per il 35enne australiano senza dimenticare il secondo posto al Riviera Country Club.

Un Adam Scott inarrestabile che nonostante tanti errori a partire dalle prime buche è riuscito a dominare un percorso come il Blue Monster di Miami reso ancora più complicato dal vento e dai talenti che non hanno mollato fino all'ultima buca conquistando la 13esima vittoria in carriera sul Pga Tour. Tre Masters Champions sul finale a giocarsi il tutto e per tutto con una serie di colpi di scena inimmaginabili orchestrati dalle mani di mancini magici come Phil Mickelson e Bubba Watson. Ma Adam Scott non si mai fermato nemmeno davanti alle sue debolezze come quell'errore quasi da principiante alla 16.

L’australiano ha anche saputo incantare tutto il pubblico riunito per assistere ad un vero spettacolo al Doral, quel campo stravoluto dal proprietario nonché attuale candidato repubblicano alle presidenziali americane Mr Donald Trump in persona che del ‘Trump National Doral Resort’ ha fatto addirittura sei percorsi da 18 buche: uno spettacolo per gli occhi e per tutti gli appassionati che sognano un giorno di poterci giocare.