A Lenzerheide Lara Gut si aggiudica con quattro gare di anticipo la Coppa del mondo grazie al terzo posto ottenuto nella combinata vinta da Wendy Holdener, che festeggia invece la Coppa di specialità con il primo posto sia nella prova di slalom sia in quella di SuperG. Gut ha infatti ormai 355 punti di vantaggio sulla tedesca Viktoria Rebensburg (che non gareggia in speciale e ha disertato questa combinata) ed è ormai matematicamente irraggiungibile. Per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf, ottava. Nona Francesca Marsaglia.

Lara Gut è prima elvetica a vincere la Coppa del mondo, 21 anni dopo la famosa slalomista Vreni Schneider. Il tutto grazie anche, e forse soprattutto, all'incidente di Soldeu, che ha tolto dalla competizione la fortissima americana Lindsey Vonn.

 

Paris sul podio - Dopo la vittoria di Dominik Paris nella discesa norvegese di Cdm sabato, a Kvitfjell altro risultato azzurro di rilievo nel SuperG domenicale. Benissimo di nuovo lo stesso Paris, che si piazza al terzo posto, mentre vince il padrone di casa Kjetil Jansrud davanti all'austriaco Vincent Kriechmar. Ancora nulla di fatto per la coppa di disciplina e bisognerà attendere giovedì prossimo con l'ultima gara ma senza azzurri in corsa per la conquista del trofeo. Se la giocheranno il norvegese Aleksander Kilde, oggi 4°,  con 335 punti contro  Kriechmayr (298) e Jansrud (295). Per l'Italia in questo supergigante c'è poi Peter Fill 8°, più indietro Christof Innerhofer 13°. La Coppa del Mondo è così arrivata alla fase conclusiva con le Finali di St. Moritz dal 16 al 20 marzo della prossima settimana con gare in tutte le discipline. Parteciperanno i primi 25 atleti della classifica di ogni disciplina con una gara uomini e una gara donne al giorno. Si comincia mercoledì 16 con la discesa e nella gara uomini gli altoatesini Peter Fill e Dominik Paris sono in lizza per la conquista della Coppa nella disciplina regina dello sci, impresa mai riuscita a un azzurro.