COMMENTA NEL FORUM DEL CALCIO INTERNAZIONALE

La crisi di Kakà? Colpa della  pubalgia. Il brasiliano, intervistato dal quotidiano spagnolo "As",  giustifica così il suo scarso rendimento con il Real Madrid. Kakà, ceduto dal Milan, è costato alle casse del club spagnolo 65 milioni di euro. "Quando sono arrivato dal Milan avevo dei problemi di pubalgia e questo ha influito sul mio rendimento", spiega Kakà. "Inoltre ci ho messo un po' di tempo per abituarmi a vivere a Madrid e ad ambientarmi nel nuovo club. L'infortunio ha rallentato il processo di ambientamento e queste cose ti tolgono fiducia".

La settimana scorsa, il giocatore "verdeoro" è stato sostituito nel secondo tempo del match contro il Lione dopo una partita deludente. Una sostituzione che ha generato critiche al tecnico Manuel Pellegrini, non ultima quella dall'addetto stampa di Kakà, Diego Kotscho, che su "Twitter" ha definito l'allenatore cileno un "codardo". Kakà, come già fatto da sua moglie, prende le distanze: "Quando Diego ha postato il messaggio io ero in campo, perciò io non c'entro nulla. Diego è il mio addetto stampa, ma lui ha le sue opinioni come qualsiasi tifoso. Voglio perà precisare che si tratta solo della sua opinione e che io non la condivido", sottolinea Kakà.