Il "clasico" di Liga fra Real Madrid e Barcellona questa stagione si terrà l'11 dicembre al Santiago Bernabeu e il 22 aprile al Camp Nou, secondo il sorteggio del calendario del campionato spagnolo effettuato nella sede della Federcalcio di Madrid. I due scontri diretti fra le corazzate del calcio spagnolo si giocheranno nella 16.ma giornata di andata e ritorno. Sulla data dell'11 dicembre pesa però ancora qualche incertezza, in quanto il Barcellona di Pep Guardiola dovrà giocare in quella settimana il Mondiale per club.

La stagione di Liga inizierà il 21 agosto con fra l'altro il derby andaluso fra Siviglia e Betis, mentre il Real di José Mourinho riceverà al Bernabeu l'Athletic e il Barcellona sarà impegnato in una trasferta potenzialmente a rischio sul campo del Malaga dello sceicco Abdullah Al Tani, allenato dal cileno Manuel Pellegrini. Il Malaga sta portando avanti una costosa campagna d'acquisti estiva (ha già comprato Van Nistelrooy, Joaquin, Toulalan, Monreal, Mathijen, Sergio Sanchez e Buonanotte, e ora vuole Pastore dal Palermo), e si candida a essere la sorpresa del campionato 2011-2012.

Sul mercato vince il Real - Mancano meno di due settimane all'inizio delle preparazione calcistica per la stagione 2011-2012 in Spagna, e le due corazzate del calcio iberico sono in situazioni diametralmente opposte sul fronte del mercato estivo: il Real Madrid di José Mourinho è stato uno dei club più attivi, e ha già comprato 5 nuovi giocatori, il Barcellona di Pep Guardiola invece non ne ha preso neanche uno.

La spesa di Mou - La stampa sportiva rileva quindi il contrasto fra le campagne acquisti dei due grandi di Spagna. I madridisti inseguono ancora il brasiliano Neymar e l'argentino Pastore del Palermo, ma hanno già speso 55 milioni per prendere Sahin dal Borussia, Haltintop dal Bayern, Varane del Lens, Callejon dell'Espanyol e ora Fabio Coentrao dal Benfica.

La lista di Pep - I catalani dall'apertura del mercato inseguono Cesc Fabregas, che l'Arsenal continua a non lasciare partire, Alexis Sanchez dell'Udinese, un'altra trattativa complicata e interminabile, e hanno tentato Giuseppe Rossi del Villarreal, ma l'affare sembra sfumato. Il fatto di avere uno spogliatoio "corto" è costato fatica e stress in alcune fasi dell'ultima stagione a Pep Guardiola, ma non ha impedito ai blaugrana di vincere comunque Liga e Champions. Restano però ora solo 12 giorni al raduno fissato da Guardiola per il 18 luglio (Mourinho riunirà i suoi una settimana prima, l'11 luglio), un periodo che i tifosi blaugrana sperano ricco in 'botti' in risposta agli affari già pilotati da Mourinho a Madrid. Il club catalano ha stanziato 45 milioni di euro, oltre a fra 20 e 40 che dovrebbero venire dalla vendite, per portare almeno Fabregas e Sanchez al Camp Nou.