Cristiano Ronaldo "è più che incedibile, è l'anima di questa squadra, mi viene da ridere quando sento che sta per andare via. Non andrà da nessuna parte". Zinedine Zidane è da pochi giorni alla guida del Real Madrid e si dice un "tecnico felice" che ha già le idee chiare sulla sua squadra con cui debutterdomani al Bernabeu contro il Deportivo.

"Ho visto una squadra concentrata e che vuole fare le cose per bene, ho visto quello che voglio", ha spiegato in conferenza stampa, parlando delle 'sensazioni' dei primi tre giorni di allenamento. Dopo aver rinfrancato James Rodriguez e Isco, finiti loro malgrado nel turbinio delle polemiche negli ultimi giorni sia per motivi extracalcistici, il colombiano, che di mercato, lo spagnolo ("Sono giocatori importanti e molto buoni e hanno la mia fiducia"), Zizou ha glissato sull'ex ct francese Domenech che ieri lo aveva definito un 'mito' ma anche "un non bravo ragazzo": "Che cosa posso rispondere, lui ha la sua opinione e sa quello che penso di lui, non voglio commentare oltre", preferendo parlare dell'avversario di domani: "Loro verranno per giocare una buona partita, conosciamo la loro qualità, ma la cosa importante è vedere quello che riusciremo a fare noi, mi concentrerò su quello".

Taglia corto sulle voci di mercato ("Partenze? Non credo, ho un grande gruppo e sono soddisfatto della squadra che ho" e dice di essere concentrato solo "sulla partita di domani. Ho visto la squadra molto coinvolta, molto concentrata, che ha messo tanta intensità in allenamento. Questo e' quello che volevo. Aspettatevi di vedere nella partita di domani la stessa intensita'. Ho visto un gruppo felice, e io mi sento forte e felice. Vogliamo andare avanti e cercare di vincere il piu' possibile. Al momento non sono preoccupato di nulla. Lunedi' scorso pensavo al Castilla, poi nel pomeriggio tutto è cambiato. Quello che sta succedendo, è incredibile, ma io sono pronto per questa nuova fase. Per me la cosa più importante è vedere i tifosi che vengono a vedere la squadra giocare bene e vincere