Non era facile scendere in campo con l'obbligo morale di dover approfittare del pareggio tra le due dirette inseguitrici, Tottenham e Arsenal, ma il Leicester di Ranieri si conferma squadra operaia e porta a casa la missione anche a Watford. Dopo un primo tempo che non si sblocca nemmeno con le iniziative di Vardy, risulta decisiva la rete di Riyhad Mahrez al 56'. L'algerino è bravissimo a inventarsi una giocata che trova nel suo sinistro la soluzione vincente. 
A nove giornate dal termine, Ranieri è al comando della Premier League con 60 punti: 5 in più del Tottenham e 8 in più dell'Arsenal. 
Il prossimo turno prevede un Monday Night casalingo per il Leicester, contro il Newcastle, mentre gli Spurs saranno ospiti dell'Aston Villa.

Un North London derby da impazzire - A White Hart Lane Tottenham e Arsenal danno vita a una delle partite più belle della stagione di Premier. Il 2-2 in casa degli Spurs penalizza entrambe in termini di classifica ma ribadisce, allo stesso tempo, che entrambe potranno giocarsi il titolo di campioni d'Inghilterra insieme al Leicester.

La squadra di Pochettino fa la partita ma va sotto di un gol: bellissima la rete di Ramsey, di tacco, che porta in vantaggio i Gunners. Nella ripresa Coquelin si fa buttare fuori per doppio giallo e dopo 5' Alderweireld pareggia i conti. L'inerzia del match si sposta tutta a favore del Tottenham che raddoppia grazie al solito, straordinario, Harry Kane che segna con un destro a giro imparabile per Ospina.
Nonostante lo svantaggio e l'inferiorità numerica l'Arsenal ci crede e raggiunge il pari con Alexis Sanchez. Nel finale piovono le occasioni da entrambe le parti ma il match finisce 2-2. Risultato favorevole al Leicester che mantiene due punti di vantaggio sugli Spurs ma potrebbe allungare in caso di successo contro il Watford.

Nel pomeriggio una vittoria avrebbe permesso al Chelsea di risalire la classifica e avvicinare il sesto posto che vale la qualificazione alle coppe. La squadra di Hiddink non è riuscita ad andare oltre l'1-1 nello scontro diretto contro lo Stoke. Blues in vantaggio con Traoré ma raggiunti a 5' dalla fine da Diouf.

Pazzesco West Ham al Goodison Park: la squadra di Slaven Bilic rimonta e batte l'Everton rimasto in 10 dal 34' per l'espulsione di Mirallas. Toffees avanti di due gol grazie a Lukaku (che ha anche sbagliato un rigore) e Lennon, Hammers capaci di pareggiare con Antonio e Sakho. Decide la rete di Payet al 90'. Accorcia le distanze su Tottenham e Arsenal il Manchester City. La squadra di Pellegrini batte 4-0 l'Aston Villa sempre più ultimo in classifica: segnano Toure, Aguero (doppietta) e Sterling. Nel finale il Kun sbaglia un calcio di rigore.

In coda alla classifica prezioso successo del Bournemouth sul campo del Newcastle: un 3-1 che inguaia i Magpies e tira fuori quasi del tutto dalla lotta per non retrocedere il Bournemouth. Sfumata nel finale la vittoria del Sunderland a Southampton. Il gol di Defoe all'85' pareggiato da Van Dijk al 90'. Vince anche lo Swansea di Guidolin: 1-0 al Liberty Stadium contro il Norwich.