A tre mesi dal calcio d'inizio degli Europei di calcio di Euro2016, la Francia - sempre in stato d'emergenza dopo gli attentati terroristici - organizza esercitazioni e simulazioni di attacchi di jihadisti agli impianti che accoglieranno i tifosi.


Il primo, annunciato dal ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve, è in programma il 17 marzo a Nimes, nel sud, dove verrà simulato un attentato terroristico contro una "fan zone", i siti con maxischermi e accoglienza per i tifosi organizzati in luoghi diversi dagli stadi. Per la loro configurazione particolarmente aperta al flusso di migliaia di appassionati, soprattutto quelli senza biglietto per le partite, le "fan zone" sono fra le principali preoccupazioni dei responsabili della sicurezza.