Dieumerci Mbokani è congolese, ma ha giocato sei anni in Belgio tra Anderlecht e Standard Liegi. A tranquillizzare tutti sulle sue condizioni ci ha pensato il Norwich City con un comunicato sul suo sito ufficiale: "Mbokani è illeso, ma scosso" - si legge - adesso è tornato a casa dalla famiglia”.

 

 

Meno fortunato, anche se vivo, è Sebastien Bellin, ex cestista brasiliano naturalizzato belga che iniziò la sua carriera in Italia, nell'Aurora Jesi nel 2000. Il giocatore è rimasto ferito - come illustra la foto pubblicata dall'Oostende, club belga dove Bellin ha giocato per tre anni- durante l'esplosione avvenuta all'interno dell'aeroporto di Bruxelles.

 

 

Gli ultimi aggiornamenti fanno ben sperare: Bellin è stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico per estrarre alcune schegge dalle gambe e dall'anca.

 

 

Bloccata all’aeroporto di Zaventem anche la squadra di basket del Port of Antwer Giants che era in procinto di partire per l’Italia per disputare, contro la Openjobmetis Varese, gara 1 dei quarti di finale di FIBA Europe Cup. La partita è stata posticipata di 24 ore e si disputerà alle 20.30 di giovedì 24 marzo. La squadra, presente nell'edificio durante l'attentato, hanno fatto sapere, attraverso Twitter, che stanno tutti bene.