"Quello che sta accadendo deve far alzare ancora di più le antenne a livello di sicurezza. Gli Europei, come i Mondiali, sono una festa in cui ci sono cittadini di tutti i paesi e mi auguro che questi fatti non creino problemi a un qualcosa che è sempre stato vissuto con entusiasmo e passione". Alla vigilia di Italia-Spagna, il ct Antonio Conte sottolinea quale debba essere il significato della manifestazione che partirà a giugno in Francia, ma anche che non bisogna sottovalutare i rischi.

"Mi auguro che non ci si abitui a questi fatti tremendi. E' la seconda volta che capita, la prima era stata nel precedente impegno contro il Belgio - ricorda Conte, ripensando anche ai fatti dello scorso novembre a Parigi -. Ricapita a distanza di 4 mesi, ed è difficile: percorriamo di nuovo momenti bruttissimi già vissuti, e la mente va a queste situazioni che sono orribili".

L'Uefa ha detto che, in qualche modo, si giocherà, ma pensando a questi Europei c'è preoccupazione? "Questo che sta accadendo adesso deve far alzare ancora di più le antenne a livello di sicurezza - ripete Conte -. Spero che non ci si abitui a questi fatti tremendi, e che l'attenzione rimanga ai massimi livelli, senza mollare di un centimetro". "Ciò che è accaduto - aggiunge il ct - non può passare inosservato, e penso anche che ci sia spavento, è inutile girarci intorno. E fare finta di niente non sarebbe neppure giusto".

Però c'è anche un aspetto sportivo e secondo Conte "è giusto che ci sia, e noi dobbiamo concentrarci, e cercare di prepararlo nel migliore dei modi". "Questa è anche la maniera più giusta - sottolinea Conte - di rispondere a chi ci vuole mettere paura. Noi dobbiamo trasmettere gioia, una partita di calcio è una festa, e dobbiamo cercare in tutti i modi di non farcela rovinare".

"La Spagna è molto forte, tra le favorite per l'Europeo. per noi domani è un test probante per avere delle risposte". Ha detto Antonio Conte alla vigila dell'amichevole con la Spagna. "Spero domani di vedere in campo quello che abbiamo preparato - ha proseguito il tecnico - anche se non è semplice preparare una partita in poco tempo, ma ho trovato delle spugne, grande disponibilità da parte di tutti, e ho fiducia che agli Europei arriveremo con una squadra, non una selezione". "Ci mancheranno giocatori che hanno giocato in precedenza e dobbiamo sfruttare anche questa situazione di emergenza per dare delle risposte, devo avere risposte chiare su tutti", ha detto Conte. "Soprattutto in allenamento dovrò capire se i nuovi arrivati potranno essere utili per l'Europeo - aggiunge Conte -. De Rossi? Per ciò che riguarda chi non c'è, posso dire che monitorerò tutto con attenzione nei prossimi due mesi. Guarderò anche il Nordamerica, dove gioca Giovinco. Ho comunque già delle mie idee sulle convocazioni".


Le parole di Buffon
- "Mi fa piacere che l'Uefa non preveda partite a porte chiuse all'Europeo, è un modo per non abituarsi a qualcosa di disumano". Lo ha detto il capitano dell'Italia, Gigi Buffon, commentando i fatti di Bruxelles, alla vigilia dell'amichevole con la Spagna. "Ieri la reazione che ho avuto non è stata forte come quella che ho avuto per Parigi e mi sono chiesto se queste cose stiano diventando normali - ha proseguito -. Mi auguro che manteniamo la lucidità per sentirci sempre sconvolti da queste aggressioni alla nostra libertà".