Non vedo nessuna probabilità di lasciare la Juve a fine stagione". Antonio Conte prova una volta per tutte a spazzare via ogni dubbio sul suo futuro. "Fa molto piacere sentire di apprezzamenti dall'estero, arrivano per me, per i giocatori, per la società. Significa che stiamo lavorando bene. Questo ci deve dare una spinta, c'è grande sintonia con Andrea (Agnelli, ndr) e con Marotta, e finché ci sarà condivisione di progetto non ci saranno problemi. In questo momento non vedo nessuna possibilità. Se mi sentirei già pronto per una grande squadra straniera? Io sto già in una grandissima squadra e questo mi rende orgoglioso e felice", aggiunge Conte.

Serie A, tutto ancora da decidere - "Il campionato è molto aperto, quindi il fatto che ci sia la nostra partecipazione in Champions nei quarti, e ci auguriamo anche quella del Milan, può invogliare ancora di più chi insegue. Allegri dice che abbiamo vinto lo scudetto al 99 per cento e questo mi fa capire che c'è la speranza di una rimonta che sarebbe straordinaria". Conte non si fida dei rossoneri, anche ieri vittoriosi. "Adesso loro sono a -8 e tutto è ancora possibile fino alla fine per il Milan, per il Napoli, per la Lazio stessa", avverte il tecnico bianconero alla vigilia della gara col Catania.

Con il Catania partita dura -
"Sarà un match duro da affrontare con grande determinazione. Da qui alla fine saranno tutte finali perché lasciare punti per strada in questo momento potrebbe essere letale. Dovremo affrontare la partita con piglio giusto, contro una delle grandi rivelazioni del nostro campionato", chiosa il tecnico bianconero.