"Abbiamo fatto un bel colpetto in classifica, e abbiamo ripreso a vincere in trasferta. Se il Napoli ce lo permette cercheremo di fare qualcosa di più del terzo posto". Massimiliano Allegri è soddisfatto della vittoria sul Genoa, il modo migliore per prepararsi alla sfida con il Barcellona ("Martedì faremo un'ottima partita contro la squadra più forte del mondo. Faremo il possibile", assicura l'allenatore).

In ansia per il Pazzo - Certo, resta un po' di preoccupazione per l'infortunio di Pazzini ("Ha preso una bella botta, le sue condizioni saranno valutate nei prossimi giorni, come quelle di Mexes") e sulla possibilità di utilizzarlo nella sfida di Champions con il Barcellona, dice: "L'ho tolto perché non stava bene, l'intenzione era quella di fargli fare un tempo o 60 minuti".
Ad ogni modo, Allegri preferisce concentrarsi sulla buona risposta di Balotelli: "Si è allenato solo due giorni, non aveva più di 30-40 minuti nelle gambe ma si è impegnato. La serenità la troverà giocando con la condizione. Oggi ha preso molti falli e ha fatto un gol importante".

Complimenti al Genoa - "Il Genoa è stato molto bravo - continua Allegri - Noi non riuscivamo ad accorciare sul loro regista e poi eravamo troppo bassi. Abbiamo fatto un po' di fatica all'inizio, però non abbiamo rischiato molto tranne in un paio di circostanze. E' una vittoria molto importante. L'espulsione di Consant? Dispiace, sono cose che non dovrebbero succedere. Abbiamo speso più energie, quando la partita ormai la potevamo condurre in porto senza particolari patemi".

"Al Milan gira tutto bene" - "C'erano due rigori e basta. Se l'arbitro non li dà ci può anche stare. Ma dispiace. Al Milan gira tutto bene, e spero che le giri così anche a Barcellona, perché tutti noi in Champions tifiamo Milan". Davide Ballardini non ha dubbi rivedendo le immagini tv al termine di Genoa-Milan. Poi rivedendo anche l'intervento di mano di Niang corregge il numero di penalty: "Non c'è due senza tre...".
"Al di la' di tutto il Genoa ha fatto una buona partita. A centrocampo eravamo un po' rimaneggiati ma i ragazzi hanno fatto il massimo contro una squadra in salute e posso solo dirgli bravi. Dispiace perché abbiamo concesso poco e creato tanto tenendo la palla per sessanta minuti nella metà campo avversaria".
Sulla classifica del suo Genoa, invece, aggiunge: "Ce la giocheremo fino in fondo con serenità perché abbiamo tutto per ottenere il nostro obiettivo".

Foschi furioso - "E' una vergogna!". Il direttore sportivo del Genoa Rino Foschi è furioso in sala stampa dopo la gara con il Milan. "Anche in televisione si parla di almeno due rigori per il Genoa - ha detto -. E' una vergogna - ripete alzando la voce -. Le ultime tre gare sono state incredibili, è la terza volta che veniamo penalizzati. Prima a Palermo, poi a Roma e ora qui. Non siamo qui a fare le comparse per chi deve fare risultato. L'arbitro di domenica scorsa è stato persino premiato. A chi dobbiamo rivolgerci? Al Presidente della Repubblica? Al presidente del Coni? Braschi non mi riceve e non risponde nemmeno al telefono. E' una vergogna".