"Io precario? No, parlo spesso con i dirigenti e non ho bisogno di una loro dichiarazione pubblica in questo senso. Io voglio fare il bene della Roma. Questo è il motivo per cui sono qui ed è la cosa che mi motiva nel mio lavoro". Alla vigilia della trasferta in casa del Chievo, che coincide con la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia, Rudi Garcia ostenta tranquillità sul proprio futuro sulla panchina della Roma. Anche se l'anno si apre con più di qualche dubbio sulla presenza di alcuni tra i calciatori più importanti della rosa a disposizione.

Keita non ci sarà per un problema al polpaccio, De Rossi sarà valutato domani ma è convocato, Totti non è convocato perché non è ancora al 100%, "dobbiamo lavorare sul piano fisico, ma si avvicina al rientro. Tra pochi giorni sara' totalmente nel gruppo, anche se già si allena regolarmente", le parole di Garcia che però si gode il gruppo, ritrovato con i soliti ottimi ingredienti.