“Noi favoriti? Napoli un po' di più - "Se noi siamo favoriti lo è anche l'Inter, che ha i nostri punti, e il Napoli un po' di più dato che ora è in testa". Massimiliano Allegri, replica così all'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, che ha indicato proprio nella Juventus la favorita per lo scudetto. "Delle prime cinque squadre nessuna è tagliata fuori, Roma compresa. Sarà un campionato equilibrato, che si deciderà nelle ultime partite".

 

Udinese in vista -  Allegri invita la squadra a prestare attenzione alle partite con le cosiddette piccole. "Conquistare i tre punti con le piccole ti aiuta ad affrontare gli scontri diretti con meno pressione", che definisce la partita con i friulani "difficile e complicata", contro una squadra "in forma che inaugura lo stadio nuovo". In attacco si rivedrà Mandzukic. "Mario sta bene e gioca, vedremo chi sarà il suo partner", fa pretattica Allegri, che elogia Zaza: "Tra i nuovi è quello che è migliorato di più".

 

Stage azzurri? Le società hanno deciso, di conseguenza bisogna adeguarsi"- Il tecnico della Juventus liquida così la querelle sugli stage della Nazionale, dopo la decisione del Ct Conte di annullare quello di febbraio per la decisione dei club di escludere i giocatori impegnati nelle coppe europee.

 

“Rispetto Roma, in bocca al lupo a Spalletti" – “Dispiace per Garcia che in questi due anni e mezzo ha fatto un buon lavoro. La Roma può infilare un filotto importante e bisogna avere grande rispetto".

 

“Pochi giocatori possono migliorare la rosa” -"La Juventus ha un'ottima rosa, di grande valore, ed è inutile immettere giocatori che non ne migliorano la qualità.". Allegri, parla così del mercato bianconero. "I giocatori che possono arrivare sono pochi - si limita ad aggiunge - e nel mercato di gennaio è difficile...".