GENOA-PALERMO 4-0

4' Suso, 71' e 88' Pavoletti, 75' Rincon 

 

La cronaca del match      Le pagelle

 

Suso, doppio Pavoletti e Rincon, il Genoa strapazza il Palermo e infila la seconda vittoria consecutiva. Il successo casalingo mancava a Gasperini dal 22 novembre scorso, quando fu battuto al Ferraris il Sassuolo di Di Francesco. Ottima gara dei rossoblù che sembrano tutt’altra squadra rispetto a quella di qualche settimana fa. Il Palermo, che ha finito il match in 10 uomini (espulso Andelkovic al 65’), è stato sorpassato in classifica proprio dagli avversari. Il nuovo allenatore Guillermo Barros Schelotto ha seguito la gara dalla tribuna: da lunedì, comincerà il suo lavoro per cercare di rilanciare le ambizioni salvezza dei rosanero.

 

 

Primo gol in A per Suso – Bastano quattro minuti al Genoa per sbloccare la partita. Ci pensa Suso: lo spagnolo, appena arrivato dal Milan segna la sua prima rete in Italia con un gran guizzo e un pallonetto, dall’interno dell’area, che scavalca un super Sorrentino. Se il Palermo resta in gara nei primi 45 minuti lo deve al suo capitano. Il portiere salva in diverse occasioni il risultato: su Rigoni al 28’, su Suso pochi minuti dopo, ma soprattutto su Izzo al 40’ che schiaccia a botta sicura di testa da pochi passi ma non passa.

 

 

Tre assist di Ansaldi e Pavoletti si scatena - Il Palermo riparte bene nella ripresa, ma non riesce a pungere in avanti. Fabio Viviano prova a inserire Gilardino per Djurdjevic ma tre minuti dopo, l’espulsione di Andelkovic per doppia ammonizione, penalizzerà e molto i rosanero. Al 71’ Ansaldi pesca Pavoletti solo in area, lasciato solo dalla difesa ospite: il suo colpo di testa batte Sorrentino. Passano pochi minuti e l’esterno serve un altro assist per Rincon al 75’ e di nuovo a Pavoletti all’88’: splendido il suo destro al volo con cui raccoglie la palla dalla destra e batte ancora Sorrentino. Devastante l'ex Sassuolo che raggiunge la doppia cifra: 10 i gol segnati nelle prime 20 partite. Il 4-0 rilancia il Genoa. Per il Palermo da lunedì ricomincia un nuovo campionato, con il nuovo allenatore.