"La contestazione in sé non è un problema, se non per le volgarità scritte, però dietro allo striscione c'erano 4 o 5 incappucciati: alla faccia della trasparenza che chiedono al club quando gli stessi tifosi non hanno nemmeno il coraggio di metterci la faccia. Vorrei tanto capire chi sono". Lo dice il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, dopo avere incontrato a Pegli sia Gian Piero Gasperini che la squadra, a propostio della contestazione di domenica e la risposta di Gasperini, che ha fatto i nomi di tre ultrà con i quali non è in buoni rapporti affermando che "i veri tifosi per me sono altri".