Il sorpasso è servito, ma quanto durerà? Resta un discorso a due la leadership della Serie B, esaltata dall’ennesima conferma del Crotone. Anche nel gran galà rossoblù la squadra di Juric ha ribadito quanto mostrato nel girone d’andata: coralità e organizzazione, solidità dei reparti, valorizzazione dei giovani. Eccellenze a curriculum che sbiadiscono lo strapotere del Cagliari, naturalmente in pole position per la promozione diretta ma uscito a testa bassa dallo Scida. Rivali al vertice coinvolte nelle trame di mercato come tutte le altre società, fattore che mantiene sospese gerarchie e velleità. Nella settimana che celebra l’impresa dell’Alessandria a caccia della prossima Serie B, preme il campo nella 23.a giornata: attenzione ai tanti scontri diretti che riserva il calendario.

Dall’Arechi al comando - Iniziamo dall’anticipo tra Salernitana e Brescia, squadre agli antipodi per rendimento e classifica: granata penultimi e reduci da 4 stop di fila al contrario dei ragazzi di Boscaglia, la cui striscia di 8 gare utili vale il 4° posto in piena zona playoff. Resta instabile la panchina di Torrente, a forte rischio in caso di un’ulteriore sconfitta. Si rinnova a distanza il duello tra Crotone e Cagliari dopo il sorpasso maturato allo Scida: la capolista fa tappa al Piola nel match clou di giornata, sebbene il Novara sia in flessione dopo un filotto di 6 vittorie consecutive. Stuzzica il braccio di ferro tra pesi massimi Galabinov e Budimir, 17 gol in due, nonché il confronto tra difese seconde solo al Perugia. A comprovare le difficoltà di Baroni la rinuncia agli squalificati Dell’Orco e Faraoni, esterni titolari dove spingono gli scatenati Martella e Balasa. Giudice sportivo che complica pure i piani del Cagliari: emergenza in difesa con le assenze di Balzano, Krajnc e Murru dinanzi alla Ternana, mina vagante della categoria. Sardi imbattuti al Sant’Elia con 31 punti all’attivo, ma all’andata Valjent strappò il pareggio a tempo scaduto.


Aggrappati ai playoff - Archiviato il debutto di Camplone al Picco, il Bari cerca il primo squillo della nuova gestione al San Nicola: tutt’altro che una passeggiata il Vicenza targato 2016, gruppo che con 6 punti in 3 giorni ha lasciato alle spalle una parentesi nera. Amarcord per Galano e il neoacquisto Bellomo, entrambi cresciuti e svezzati al Bari. Salutato Trotta, l’Avellino intende confermare un’ascesa impetuosa dettata da 6 trionfi di fila: non sarà una missione agevole sul campo del Modena, squadra che paga dazio in trasferta ma al Braglia macina punti (22). Se Novara e Cagliari lamentano le decisioni disciplinari, non va meglio al Cesena che perde Cascione, Molina e Ragusa nella sfida all’Entella appaiata in classifica. Liguri trascinati da bomber Caputo, autore di 10 reti, opposto ai romagnoli già piegati da Avellino e Brescia in altrettanti scontri diretti. Imbattuto in casa da 5 turni, il Trapani cerca l’aggancio ai playoff nella gara contro il Latina, risorto dopo la bufera legata a Somma. Occhio all’amuleto Citro: i suoi gol al Provinciale valgono sempre i tre punti.


Pescara al Curi - Scottato dall’exploit dell’Alessandria e dalle dimissioni di Grazzini, lo Spezia riparte da Vercelli contro la Pro al tappeto negli ultimi 3 turni. Entrambe a caccia del salto di qualità, serve una vittoria per voltare pagina. Addirittura più delicato il match al Del Duca tra Ascoli e Lanciano invischiate nella lotta per non retrocedere: Mangia è chiamato a riscattare il poker incassato dall’Entella, D’Aversa sorprende da 2 partite (6 punti incamerati) nonostante il restyling imposto dalla società, che per ultimo ha ceduto lo storico capitano Mammarella. Mercato al centro dei pensieri anche per Perugia e Pescara, avversarie domenica: da una parte l’arrivo di Bianchi, dall’altra la partenza a giugno di Mandragora alla Juventus, operazioni altisonanti nella finestra invernale. Sul campo gli abruzzesi inseguono il 6° trionfo di fila, mentre gli uomini di Bisoli non possano incassare il 3° schiaffo in pochi giorni. Si chiude lunedì con un altro duello in coda, quello tra Livorno e Como: se l’ultima della classe vince da 2 turni, gli amaranto sono a bocca asciutta dall’avvento di Mutti e da 11 incontri. Quale occasione migliore per invertire la rotta all’Ardenza?
Il Lega B Challenge di #SkySporTech con Valentina Mariani ha fatto tappa in casa VICENZA CALCIO: ecco come se la sono cavati Mauro Vigorito e Federico Moretti nella nostra speciale classifica.Posted by Sky Sport on Giovedì 21 gennaio 2016