"Oggi cercavamo delle risposte e sono arrivate, volevamo la vittoria e la continuità nei risultati. Nella bottiglia stappata al derby oggi abbiamo trovato un ottimo spumante, per avere lo champagne dovevamo fare il terzo gol. Dovevamo chiuderla prima, l'unica pecca della partita è stata questa, perché comunque non abbiamo rischiato niente". Lo ha detto Sinisa Mihajlovic, commentando la vittoria del Milan nello stadio Barbera, contro il Palermo.

"E' un altro Milan, rispetto a quello del girone di andata, in queste prime 4 partite del girone di ritorno abbiamo fatto 10 punti che potevano essere 12 se non sbagliavamo a Empoli - ha aggiunto l'allenatore dei rossoneri -. Dobbiamo continuare così, mantenendo lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto nelle ultime due partite. L'obiettivo rimane la Champions? Non ho mai parlato di Champions, noi vogliamo vincere più partite possibili poi vedremo. Per adesso siamo nella zona Europa League, se faremo bene potremmo puntare alla Champions che però ora è ancora molto lontana".

"Chi è il rigorista tra Bacca e Niang? Sono tutti e due rigoristi - ha concluso - chi se la sente lo tira. Bacca ero un po' arrabbiato ma poi nello spogliatoio ci siamo parlati ed è passato: l'importante è che la palla sia entrata, poi chi li tira cambia poco. La formula per aver blindato la difesa? Il segreto è lavorare, cercare di migliorare e di non ripetere gli sbagli fatti: non bisogna essere degli ingegneri nucleari per capire le cose".