Un girone fa decise Gianluca Lapadula, condannando il Cagliari al primo stop in stagione. Dopo 20 gare e altri 14 gol del capocannoniere della Serie B, la capolista e il Pescara si ritrovano al Sant’Elia con la stessa fame promozione: macina punti e vittorie la squadra di Rastelli, avanti rispettivamente 3 e 10 lunghezze sul Crotone e sugli abruzzesi, avversari nello scontro diretto della 27.a giornata. Se i sardi cercano lo slancio decisivo verso la Serie A, Oddo è chiamato a scongiurare i playoff nel rush finale. Certo è che il confronto tra prima e terza della classe promette gol e spettacolo, vecchie conoscenze e un’imbattibilità casalinga a rischio. Match dai riflessi chiave nella corsa al salto di categoria, dove in primis lanciano la propria candidatura Cesena e Novara ora distanti 6 punti dal terzo posto. Ancora 16 turni al traguardo della regular season, ma i prossimi 90’ valgono novità dal comando alle retrovie.

Anticipo e vetta - S’inizia dal San Nicola e dal Bari di Camplone, vittima di un malore che richiederà diversi giorni di riposo, atteso dall’impegno contro il Latina. Pugliesi senza vittorie da 3 gare, nerazzurri reduci dallo sgambetto del Cagliari che ha frenato la serie positiva nel 2016. Il braccio di ferro tra Maniero ed Acosty vale 16 reti totali, cifra che raggiunge in autonomia lo straripante Lapadula opposto al Sant’Elia alla cooperativa del gol: 15 gli uomini andati a segno nella banda Rastelli, indizio della qualità assoluta dell’organico rossoblù. Non mancano nemmeno gli ex tra Cagliari e Pescara: da una parte Balzano, Melchiorri, Salamon e Capuano, dall’altra Cocco e Aresti nella sfida più attesa di giornata. Da non dimenticare, infine, il bunker interno dei rossoblù che in stagione ha regalato 37 punti sui 39 a disposizione. Ai piedi del podio troviamo il Cesena dalla continuità ritrovata (10 punti nell’ultimo mese), chiamato alla trasferta dell’Ardenza: Livorno travolto a La Spezia dopo i 2 successi dal ritorno di Panucci, un fattore per riemergere dai bassifondi della classifica. Appaiato ai romagnoli spinge il Novara che ospita la Ternana lontana 6 match dall’ultimo trionfo in trasferta, squadra tuttavia votata ai colpi a sorpresa.


Obiettivo playoff - Ultimo mese da dimenticare per il Brescia, condito da 1 punto in 4 partite prima della trasferta al Braglia: non va meglio al Modena, terzultimo della classe ma aggrappato al fattore interno con 24 punti conquistati sui 26 totali. Un test che Crespo non può fallire nel duello tra Granoche e Caracciolo, mostri sacri della Serie B. Bilancio casalingo favorevole anche all’Entella in orbita playoff, impegnata tuttavia sul campo della Pro Vercelli a caccia di squilli salvezza. L’acuto di Masucci all’andata complicò la posizione di Scazzola, esonerato 7 giorni più tardi dando il là all’era Foscarini. A braccetto con la Virtus avanza l’altra ligure, lo Spezia, priva tuttavia dello squalificato Calaiò nella sfida al Picco contro il Lanciano penalizzato di un ulteriore punto in classifica. Nonostante il clima delicato tra staff e proprietà, l’avvento di Maragliulo in panchina ha alimentato l’entusiasmo tra gli abruzzesi in serie positiva. Tuffo nel passato per Antonio Piccolo, 3 anni in rossonero. Insegue il treno playoff anche l’Avellino senza acuti da 4 turni, di scena al Menti contro un Vicenza che condivide lo stesso digiuno da vittorie. Moretti e Sampirisi assenze importanti per Marino, mentre Gavazzi ritrova i veneti con i quali brillò per 4 stagioni.


I posticipi - Sfida salvezza in programma al Del Duca tra Ascoli e Como: marchigiani reduci da 2 pareggi, lombardi in serie positiva addirittura da 7 gare pur vincolati all’ultimo posto. Sarà l’occasione per mettere a confronto gli azzurrini Petagna e Ganz, attaccanti da 6 e 10 gol in stagione. Domenica tocca al Crotone che fa tappa all’Arechi, casa di una Salernitana precipitata al penultimo posto nonostante il ritorno di Menichini. Se le concorrenti alla salvezza scalano le gerarchie, i granata lamentano passi falsi e amnesie anche in avvio di gara. Dal canto suo Juric può fregiarsi dei 25 punti conquistati lontano dallo Scida: nessuno ha fatto meglio in campionato. Si chiude lunedì al Curi tra Perugia e Trapani, sfida alle porte dei playoff cara ad un perugino doc come Serse Cosmi. Entrambe inseguono un successo distante 2 turni, risultato che vale il rilancio in classifica.
Il Lega B Challenge di #SkySporTech con Valentina Mariani ha fatto tappa in casa FC Bari 1908: come se la saranno cavata...Pubblicato da Sky Sport su Venerdì 19 febbraio 2016