Spettatore d’eccezione dal letto d’ospedale, ma senz’altro poco soddisfatto della prestazione dei suoi. Privo di Andrea Camplone, allenatore vittima di un malore in settimana e costretto al riposo forzato, il Bari convince solo un tempo nell’anticipo della 27.a giornata della Serie B. Termina 0-0 al San Nicola contro il Latina, un pareggio che allunga a 4 le gare senza vittorie per i pugliesi. Dettaglio non da poco considerate le chiare velleità playoff della società biancorossa. Contro l’avversaria che due stagioni fa frenò la cavalcata playoff, i padroni di casa pagano le troppe occasioni sciupate nei primi 45’. Di contro i laziali ribadiscono le buone indicazioni offerte nel 2016 dalla conferma di Somma in panchina.

In campo - A Bari esordì in Serie A trovando anche il primo gol in massima serie, circostanza che accompagna il vice di Camplone, Giacomo Dicara, chiamato a guidare i biancorossi al San Nicola. Non cambia il 4-3-3 di riferimento, piuttosto la scelta degli interpreti dettata da squalifiche (Di Noia e Cissokho) e infortuni (Gemiti e Contini): sugli esterni spazio a Donkor e Jakimovski, tra i pali confermato il giovane Micai nonostante il ritorno del titolare Guarna. Intoccabile il tridente Rosina-Maniero-De Luca, che accumula il 58% dei gol pugliesi. Modulo speculare per il Latina di Somma, privo del faro Olivera nonché di Esposito, Boakye e per ultimo Brosco: dentro Figliomeni in difesa, davanti si rivede dall’inizio Acosty (7 gol in stagione). Non mancano gli ex nella sfida: da una parte Minala e Valiani, dall’altra Calderoni, Schiattarella e Milani.



Bari sprecone
- Reduce dal primo stop del 2016 inflitto al Biondi dalla capolista Cagliari, il Latina cerca il terzo squillo esterno in campionato sul campo dei pugliesi, decisamente a rilento con 1 punto conquistato nelle ultime 3 uscite. Partono meglio i padroni di casa, che prima invocano un rigore (trattenuta su Maniero) e poi lamentano un gol giustamente annullato a Rosina. Somma sposta le sue pedine in un 3-4-3 ma Rosina, Defendi e Dezi sfiorano il vantaggio. Altra rete annullata al Bari, alla mezz’ora, per fuorigioco contestato a De Luca prima dell’incornata di Maniero, alta sopra la traversa. Se ai punti pare netta la supremazia pugliese, prima dell’intervallo Corvia impegna Micai mentre Mbaye va a segno in posizione di offside. La più ghiotta occasione del primo tempo capita sui piedi di De Luca, smorzato all’ultimo dall’intervento di Bruscagin. Nonostante l’atteggiamento positivo, il Bari chiude sullo 0-0 all’intervallo.

Ripresa senza squilli
- Latina più aggressivo ad inizio ripresa e pericoloso con Dumitru, che scheggia il palo, eppure le squadre vivono di fiammate e scarsa lucidità nelle azioni chiave. Gli uomini di Dicara risultano prevedibili e perdono la verve dei primi 45’, di contro i laziali mantengono il palleggio a ritmi bassi. Al 72’ si vede Acosty, in ombra per buona parte di gara, che spaventa Micai dalla distanza. Gli allenatori giocano le carte Sansone e Ammari per accendere il gioco, entrambi al tiro senza fortuna. La stanchezza guasta la trame e il match scivola fino al 95’ senza ulteriori sussulti. Il Bari sale a quota 41 punti, ma i playoff pretendono un drastico cambio di marcia.
Il Lega B Challenge di #SkySporTech con Valentina Mariani ha fatto tappa in casa FC Bari 1908: come se la saranno cavata...Pubblicato da Sky Sport su Venerdì 19 febbraio 2016