Crotone in scia, Pescara solo un punto - La squadra di Juric approfitta dello stop dei sardi vincendo contro il Vicenza. E’ un primo tempo di fatica per i calabresi che fanno bene nei primi minuti della partita, ma poi perdono terreno e concentrazione contro i veneto, che hanno quasi la metà dei punti dei rossoblù. Ma proprio sul finire del tempo Ricci si inventa un bellissimo gol: ruba il pallone fuori dall’area e fa partire un tiro imprendibile per Vigorito. Il raddoppio è di Budimir su rigore, a partita finita. Il Cagliari è avvisato, il Crotone crede ancora al primo posto.

 

Dieci punti sotto c’è il Pescara che fa 2-2 nel derby con l’Ascoli. La partita si accende al 10’ minuto: distrazione della difesa marchigiana e gol di Jankto. Pochi minuti e l’Ascoli sfiora in raddoppio sempre con il centrocampista ceco dell’Udinese. Pescara in affanno anche nel secondo tempo con il solito Jankto pericolosissimo. Ma Oddo ha un giocatore in più: Lapadula, che anche oggi non manca l’appuntamento con il gol raccogliendo un cross di Benali. Poi il neo entrato Cappelluzzo ribalta il risultato. Ma dura poco: è di Giorgi il gol del 2-2. L’Ascoli resta anche in 10 per l’espulsione di Milanovic, ma finisce così. Con l’appendice di un parapiglia finale. E soprattutto con un derby da un punto.

 

Entella, Spezia, Brescia punti playoff – Sesta posizione (con il Novara) per lo Spezia che vince a Terni con i liguri che passano con Piccolo. Poi è sempre l’attaccante napoletano ad andare vicino al raddoppio, mentre la Ternana crea tante occasioni, ma non riesce a concretizzare. Allora ne approfitta lo Spezia per firmare il raddoppio con Nenè. La Ternana accorcia con Cervaolo, ma finisce 2-1 per la squadra di Di Carlo. Stessi punti anche per l’Entella: liguri avanti dopo sette minuti con Masucci, risponde Prcic con il primo gol in serie B. Caputo dal dischetto a partita praticamente finita regala ai biancazzurri tre punti d’oro. Risponde il Brescia vincendo 2-1 con il Como: tante le occasioni per la squadra di Boscaglia ed alla mezzora è infatti Morosini a concretizzare la supremazia. Il Como pareggia su rigore con Ganz, ma è ancora Morosini a regalare ai suoi tre punti in chiave playoff.

 

Torna a vincere l’Avellino- Dopo cinque giornate riprende i tre punti l’Avellino e lo fa contro il Livorno. Ci pensa l’ex Tavano a portare avanti i campani ad un minuto dalla fine del primo tempo, nel momento migliore del Livorno. La risposta dei toscani è sui piedi di Vergara al 10’ del secondo tempo, ma i campani sono in giornata e Mokulu firma il 2-1 finale.

 

Punti salvezza - In coda, bella vittoria del Lanciano sul Bari che continua a non vincere in trasferta. La prima emozione arriva dopo venti minuti con una bella punizione di Sansone, ma Cragno si fa trovare pronto. Al Lanciano basta il (bel) gol di Ferrari per recuperare punti salvezza. Stesso discorso per il Modena che vince a Latina: la squadra di Crespo passa dopo 18 minuti con Davide Luppi. I laziali buttano via il pari con Boakye che si fa parare un rigore. L’unico pareggio è quello tra Trapani e Salernitana. Meglio i siciliani nel primo tempo, poi è Pagliarulo a segnare alla mezzora della ripresa. Ma Coda dice che è giusto dividere la posta in palio. Finisce 1-1, un risultato inutile ad entrambe.