La 27.a giornata di Serie A segna la sconfitta del Verona e del Frosinone nei bassifondi della classifica: torna ad essere di quattro punti, quindi, il divario tra la terzultima e la quartultima (da oggi il Palermo), che nelle ultime giornate si era assottigliato parecchio, riaprendo il discorso legato alla lotta per la salvezza.
Boccata d'ossigeno per Samp e Udinese su tutte, ma possono stare più tranquille anche Atalanta e Chievo, che rischiavano di sprofondare e invece hanno risposto bene all'appuntamento. 



SAMPDORIA-FROSINONE 2-0
44' Fernando, 70' Quagliarella

Tabellino e Pagelle

Rientrato l'allarme maltempo, a Marassi si gioca un match cruciale per la lotta salvezza, visti i due punti che - prima di scendere in campo - separano i blucerchiati dalla squadra di Stellone. I padroni di casa, che all'andata uscirono sconfitti, partono con determinazione: una traversa di Fernando dalla lunga distanza e una minaccia di Correa sventata da Leali suonano l'allarme. A fine primo tempo un assist a tagliare l'area di De Silvestri permette a Fernando di sbloccare il risultato.
Passati 24' della ripresa Cassani crossa in area, il colpo di testa di Correa viene respinto da Ajeti e Quagliarella è lesto a battere a rete, segnando il suo settimo gol in campionato.
La Samp non vinceva dal derby del 5 gennaio. Con questo successo sale a 28 punti in classifica, mentre il Frosinone resta fermo a 23.

UDINESE-VERONA 2-0
31' Badu, 56' Thereau

Tabellino e Pagelle

Per Delneri l'ultima chiamata per la salvezza. Per i friulani l'occasione di non farsi risucchiare nella zona della classifica a rischio. Partita delicatissima, sbloccata però da un errore della terna arbitrale, che giudica regolare la posizione di Badu sull'assist di Totò Di Natale: il ghanese è libero di colpire in area di testa, palo-gol. Nel secondo tempo arriva il gol numero 8 in campionato per Cyril Thereau, che sembra spazzare via le speranze dell'Hellas di riacciuffare Carpi e Frosinone.
In classifica l'Udinese sale a quota 30 mentre il Verona resta a 18.

CARPI-ATALANTA 1-1
52' Kurtic (A), 76' rig. Verdi (C)

Tabellino e Pagelle

La sfida del Braglia si sblocca dopo 7' della ripresa: molto bravo Kurtic ad andare in spaccata sull'assist di D'Alessandro trasformando così la rete che cercava dal 2014 (curiosamente proprio contro il Carpi).
Nella ripresa Verdi con uno scavetto trasforma il calcio di rigore che tiene vive le vane speranze di salvezza degli emiliani. Atalanta che sale a 30 punti in classifica, Carpi a 21.

CHIEVO-GENOA 1-0
50' Castro 

Tabellino e Pagelle

Primo tempo senza emozioni, in avvio di ripresa Castro recupera il pallone che avvia l'azione dell'1-0, che lui stesso porta a termine battendo Perin con un colpo di testa ravvicinato. 
In classifica il Chievo sale a 34 punti, mentre il Genoa resta a 28.