Due stop in 8 giorni possono bastare, eppure il Cagliari ha davvero sfiorato un clamoroso tris negativo. Dopo le sconfitte contro Cesena e Novara, i sardi rischiano a Trapani fino al 92’ e pregiudicano una leadership conquistata dal Crotone. Già, perché se i sardi agguantano il 2-2 solo a tempo scaduto, la rivelazione della Serie B ritrova la vetta lontana 7 turni regolando l’Ascoli allo Scida. Termina 2-0 per la nuova capolista nel segno di Palladino, risultato che vale il sorpasso a +1 sul Cagliari spaventato da Pagliarulo e Citro ma risollevato dai brasiliani Farias e Joao Pedro. Rimpianto playoff per Cosmi, sforzo comunque apprezzato da Juric ai piani altissimi della classifica: 6° risultato utile per i calabresi, sempre più lanciati verso una storica promozione complice l’ennesimo tonfo del Pescara. La squadra di Oddo, di scena a Vercelli nel match posticipato per neve, paga l’assenza di Lapadula e incappa nella sesta uscita senza vittorie. Termina addirittura 5-2 per la Pro di Foscarini rilanciata in chiave salvezza: aprono Coly e Malonga mentre Zampano si fa cacciare prima dell’intervallo. Torreira accorcia, poi un doppio Scavone e Beretta vanificano l’acuto di Benali e stendono la terza forza della classe.


Squilli playoff - Pescara a picco e agganciato sul podio dal Novara, esaltato dall’impresa al Sant’Elia e vittorioso 4-0 contro un Vicenza in caduta libera. Dopo l’intervallo decidono Corazza, Evacuo, Faragò e Viola, reti che certificano il trend nero dei veneti (8 gare senza gioie) e di Marino, sempre più in bilico. Come gli azzurri di Baroni volano anche le due liguri appaiate a quota 47 punti: l’Entella piega il Bari nello scontro diretto e stacca i pugliesi in classifica. Quinta vittoria di fila a Chiavari per Aglietti, aggrappato alle perle di Caputo (grande ex della sfida) e Masucci, coppia da 20 gol. Senza sosta pure la marcia dello Spezia, leader nel 2016 con 21 punti dopo il blitz ad Avellino: Acampora complica le velleità promozione dei campani, in ritardo di 5 lunghezze dall’8° posto.

Curi in festa - Come all’andata, quando decise Ardemagni, va ancora al Perugia l’attesissimo derby umbro contro la Ternana: ospiti in 10 per l’espulsione di Valjent, Prcic match winner nel finale. Bisoli resta affacciato alla finestra playoff con il 2° trionfo in pochi giorni. Chi rilancia le quotazioni salvezza è invece il Lanciano, letteralmente galvanizzato dall’avvento di Maragliulo: 13 punti in 6 gare per la Virtus dopo il successo contro il Brescia, piegato da Ferrari. Se gli abruzzesi, nonostante una situazione delicata escono addirittura dalla zona playout, chi lamenta la zona bollente è sempre il Como, illuso dal 13° gol di Ganz. Dumitru pareggia al Francioni e salva il Latina, club che sogna il ritorno in panchina di Pecchia dopo l’interregno di Chiappini.
Il Lega B Challenge di #SkySporTech con Valentina Mariani ha fatto tappa in casa U.S. Salernitana 1919: come se la...Pubblicato da Sky Sport su Giovedì 25 febbraio 2016