La Salernitana esulta all'ultimo secondo. Bagadur al 94' trova la rete che regala il primo successo stagionale in trasferta ai campani: punizione di Nalini, Djuric perde Bagadur e il difensore centrale segna rimettendo in corsa la squadra di Menichini nella lotta salvezza. Al Manuzzi finisce 1-2. Inizio bloccato, è una decisione dell'arbitro a spezzare l'equilibrio: Baracani concede un rigore per un fallo di mano di Bagdur, che però sembra avvenire fuori area, permettendo a Ciano di portare in vantaggio il Cesena.

Il pareggio della Salernitana arriva con un altro rigore dubbuio visto che la mano di Caldara, sul colpo testa di Coda, era molto aderente al corpo. E' l'episodio che segna la partita perché Caldara già ammonito viene espulso e Coda pareggia i conti. Il Cesena non demorde, chiede altri due rigori per interventi di Tuia e Bernardini su Djuric cercando la vittoria nonostante l'inferiorità numerica. Menichini risponde inserendo anche Donnarumma provando le tre punte. Ma è Bagadur a decidere la partita: salvando prima su Kone e trovando poi la rete del definitivo 2-1 al 94'.