Ho una squadra di giocatori importanti con grandi valori morali, Buffon merita il record di imbattibilità. Ora però viene il difficile, le ultime partite della stagione vanno vinte tutte. E c'è il Bayern: per batterlo bisogna mantenere sempre alta l'attenzione e sfruttare i loro punti deboli". Questo il commento d Massimiliano Allegri dopo la vittoria della Juventus contro il Sassuolo e a pochi giorni dalla sfida di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Bayern Monaco. "Stasera siamo partiti molto bene - ha dichiarato nel post partita - Di Francesco è bravo, il Sassuolo gioca bene al calcio, ma a noi interessava vincere. Alla fine siamo andati un po' in affanno, non volevamo prendere gol perché questi tre punti ci avvicinano allo scudetto e soprattutto per Gigi, che merita questo record di imbattibilità a coronamento di una carriera straordinaria. Applausi per lui anche dai tifosi del Torino se supera il primato di Rossi? Sarebbe bello. Ma intanto bisogna giocare i cinque minuti del derby. Poi vediamo". 

Sui singoli - Allegri si è poi soffermato sui singoli: "Rugani ha fatto una bella partita, sono molto contento - ha sottolineato il tecnico della Juventus - Ha fatto la gara che doveva fare, dopo la partita di Milano era stato attaccato e rischiava di andare nel dimenticatoio: pensavo fosse questa la partita giusta per fare bene e così è stato, è stato bravo. Mandzukic è uscito affaticato? Solo stanchezza. Se Chiellini recupera per il Bayern? Non si è ancora allenato con la squadra: se lo farà giocherà, altrimenti starà fuori". Infine l'allenatore della Juventus ha analizzato la prossima sfida contro i tedeschi: "Una gara difficile, loro fanno tanto possesso palla, devi avere la forza mentale per stare nella partita fino alla fine, perché appena molli un attimo loro creano un'occasione da gol. Dovremo essere bravi a difenderci quando loro ci attaccheranno, e poi sfruttare i loro punti deboli".

Panchina d'oro e blindata - "Un girone fa la panchina di Allegri traballava, adesso è pronto il rinnovo? La sua panchina non è mai stata in pericolo perché non siamo abituati a esonerare gli allenatori a stagione in corso. Sapevamo che le difficoltà sarebbero arrivate all'inizio, perché avevamo cambiato tanti elementi della rosa e sapevamo che sarebbe stato difficile". Lo ha detto l'ad della Juve, Beppe Marotta, che poi ha agiunto: "Il suo ciclo è appena iniziato, è un grande professionista, che gestisce un gruppo di altissima qualità".

Magic Dybala - "Sono contento che il mio gol sia valso i 3 punti, non avevo stoppato bene la palla ma poi per fortuna è entrata. In Champions rimonta impossibile? Niente è impossibile nella vita, figuriamoci nel calcio". Paulo Dybala non nasconde la soddisfazione per la rete che ha deciso il successo della Juve con il Sassuolo. "Queste sono partite difficili - ha detto l'attaccante bianconero -, manca poco alla fine del campionato e dobbiamo vincere con qualsiasi punteggio, 1-0 o 10-0 non cambia niente. Nella ripresa siamo calati, poi loro per cercare il pari sono usciti e siamo per forza indietreggiati".