Mentre volge al termine la trattativa per il suo trasferimento dal Milan al Liverpool, Mario Balotelli ha lasciato Milanello, e congedandosi con compagni di squadra, staff tecnico, ufficio stampa e dipendenti del centro sportivo, ha confermato che la sua cessione è ormai imminente. Venerdì l'attaccante sarà in Inghilterra per svolgere le visite mediche e diventare a tutti gli effetti un nuovo giocatore del Liverpool. Per lui è pronto un contratto da 6 milioni a stagione.

Dopo essersi allenato con il resto della squadra e aver pranzato con alcuni compagni di squadra, Balotelli ha lasciato il centro sportivo a bordo della sua Ferrari. All'esterno lo aspettavano circa cinquanta tifosi che urlavano il suo nome, ma il giocatore non si è fermato a firmare autografi come aveva fatto invece  al suo arrivo.

Il Milan ha raggiunto un'intesa con il Liverpool per la cessione a titolo definitivo di SuperMario e la trattativa per la cessione dovrebbe chiudersi ufficialmente nella giornata di venerdì. L'ad Adriano Galliani la segue da Forte dei Marmi. Il club inglese spenderà circa 20 milioni di euro per il cartellino dell'attaccante. Dopo aver parlato con il giocatore a Milanello martedì, il suo agente Mino Raiola è intanto volato in Inghilterra. Il Liverpool puntava al prestito con diritto di riscatto, ma il Milan è disposto a cedere l'attaccante solo a titolo definitivo e su questa base è partita la trattativa.



Dopo una stagione e mezza al Milan, l'attaccante della Nazionale farà ritorno in Premier League, dove fra 2010 e 2013 ha giocato con il Manchester City, che lo aveva venduto ai rossoneri per 20 milioni di euro più 3 di bonus. In pratica il Liverpool, alla disperata ricerca di un attaccante di valore dopo il passaggio di Luis Suarez al Barcellona, ha individuato in Balotelli l'uomo ideale.

Balotelli firmerà un contratto che lo legherà al club di Anfield fino al 2018, guadagnando 6 milioni di euro a stagione. Al Manchester City, tra l'altro prossimo avversario del Liverpool in campionato, Balotelli realizzò 20 gol in 54 presenze prima della cessione, appunto, al club rossonero avvenuta nel gennaio del 2013. Con il Milan ha un personale di 30 gol in 54 partite.