CITY, OBIETTIVO DREAM TEAM
Con l’annuncio ufficiale dell’arrivo a giugno di Pep Guardiola, i media inglesi si sono scatenati sui possibili colpi di mercato richiesti dall’attuale tecnico del Bayern Monaco. Il primo nome, ovviamente, è quello di Lionel Messi, per il quale sarebbe pronta un’offerta faraonica da oltre 50 milioni di euro annui. Secondo il Sun, di questi almeno una decina sarebbero dovuti ai diritti di immagine del fenomeno argentino, sotto contratto con il Barcellona fino al 2018. Dell’undici ideale richiesto da Guardiola, come riportato nella foto del tabloid britannico, fanno parte anche lo juventino Paul Pogba e un altro giocatore del Barcellona, Dani Alves.

PELLEGRINI NELL’ORBITA VALENCIA
Non resterà disoccupato a lungo Manuel Pellegrini, che a fine stagione lascerà la panchina del City a Guardiola. Il tecnico cileno, come riportato dal Mundo Deportivo, sarebbe il candidato ideale per la panchina del Valencia. La dirigenza della squadra iberica non ha intenzione di confermare Gary Neville, che sta deludendo le aspettative. Pellegrini ha già fatto molto bene nella Liga con il Villarreal, allenato tra il 2004 e il 2009.


BAYERN IN DIFESA, ARRIVA TASCI
Gli infortuni di Martinez, Boateng e Benatia non fanno dormire sonni tranquilli in Baviera. La doppia sfida di Champions con la Juventus è ormai alle porte e al Bayern hanno pensato di metterci una pezza con l’acquisto di Serdar Tasci dallo Spartak Mosca. Il difensore tedesco di origine turca, 28 anni, un passato in Bundesliga con la maglia dello Stoccarda, è stato ufficializzato con la formula del prestito con diritto di riscatto a fine stagione. 


CHELSEA, RIFIUTATO LO SCAMBIO JACKSON-COSTA
Sfiorato il clamoroso cambio di maglia tra Jackson Martinez e Diego Costa. Il Mirror ha infatti rivelato che nelle scorse ore, la dirigenza dell’Atletico Madrid avrebbe proposto al Chelsea una trade alla pari tra i due attaccanti. Il colombiano non rientra nei piani di Diego Simeone, che avrebbe riabbracciato con piacere l’ispano-brasiliano. Roman Abramovich, però, ha risposto picche, anche per l’ottimo rendimento di Diego Costa nelle ultime gare (6 gol in altrettante presenze). Nel frattempo, come riportato dal Telegraph, Radamel Falcao potrebbe finire in Cina, in prestito allo Jiangsu Suning.

CHI SARA’ IL NUOVO TERRY?
John Terry lascerà a fine stagione il Chelsea, che non rinnoverà il contratto allo storico capitano. I Blues vanno dunque alla ricerca di un sostituto che possa prendere il suo posto al centro della difesa. Il Daily Mail fa cinque nomi, tutti in prospettiva per giugno. Si parte con Raphael Varane, francese del Real Madrid, il cui costo si aggira sui 45 milioni di euro. Stesso prezzo per l’ex romanista Marquinos, ora al Paris Saint-Germain, mentre le soluzioni più economiche porterebbero all’uruguaiano dell’Atletico Madrid, Diego Godin (39 milioni di euro) e al tedesco del Borussia Dortmund, Mats Hummels (26 milioni). La soluzione più esosa, invece, è John Stones, talento dell’Everton sui cui ha messo gli occhi anche lo United. Prezzo del cartellino: oltre 50 milioni di euro.

ROBINHO, BACK TO PREMIER?

Dopo Pato, secondo il Daily Mail, sarebbe imminente il ritorno in Premier League di un’altra vecchia conoscenza del campionato italiano. Robinho, ex Real Madrid, Manchester City e Milan, avrebbe avuto dei contatti diretti con due club inglesi, lo Swansea di Francesco Guidolin e il Leicester di Claudio Ranieri. Attualmente, il centravanti brasiliano è svincolato dopo aver giocato gli ultimi mesi in Cina con il Guangzhou Evergrande.

 

 


SAN PAOLO, PRESENTATO CALLERI
E’ stato uno dei primi nomi circolati in questa sessione di mercato. Jonathan Calleri, cercato da Inter e Bologna, è stato ufficialmente presentato dal San Paolo, squadra con cui giocherà la stagione 2016 in prestito dal Boca Juniors. L’attaccante 22enne, che ha scelto la maglia numero 12 in onore alla curva del Boca, si è detto entusiasta della sua nuova avventura in Brasile, dove disputerà anche la Copa Libertadores: “E’ un riconoscimento alla squadra che mi ha permesso di arrivare sino a qui -ha detto Calleri -. Sono in uno dei club più importanti del mondo”. Per l’Italia, se ne riparlerà nel 2017.