Donadoni non si muove da Bologna: a garantirlo è il presidente Joey Saputo con una nota sul sito ufficiale della società, dopo un incontro con il diretto interessato. Eppure, proprio l'allenatore degli emiliani è il nome in cima alla lista dei possibili sostituti del ct della Nazionale Antonio Conte, destinato alla panchina del Chelsea. "Donadoni ha un contratto con il Bologna fino al 2018, il problema non esiste. Abbiamo parlato, l'ho trovato sereno e determinato: sa di essere parte del progetto che stiamo sviluppando e mi ha ribadito la sua volontà di fare questo percorso insieme", spiega Saputo. "Non credo che la Federazione possa aver contattato un allenatore che ha un contratto in essere con un club affiliato alla Federazione stessa. Se fosse accaduta una cosa del genere, sarebbe stata una grave anomalia", sottolinea il n.1 del Bologna.

 

Da parte sua, Donadoni si è preso qualche giorno per decidere: la risposta definitiva è attesa per settimana prossima. Per ora, la percentuale è a favore del Bologna: al 90% resterà dov'è, al 10% andrà in Nazionale.