VIDEO: tutti i gol da Sky Sport - i video effetto stadio

Il prato del Meazza non è stato innaffiato per "le condizioni di elevata umidità del campo
stesso" e le sue condizioni generali "sono state ritenute idonee sia dagli arbitri sia dai delegati Uefa": così il Milan, in una nota, ha replicato alla protesta ufficiale inoltrata alla Uefa dal Barcellona per le condizioni del campo di San Siro. Il Milan ha ricordato anche che al Meazza "il FC Barcellona si era regolarmente allenato la sera prima senza sollevare alcun problema". Il Milan ha spiegato nella nota che "l'innaffiatura del campo, da farsi entro un'ora prima dell'inizio della partita come concordato nella riunione organizzativa e come da Regolamento della Uefa Champions League al punto 14.15, non è stata effettuata viste le condizioni di elevata umidità del campo stesso". Inoltre, "le condizioni generali del campo, sul quale il FC Barcellona si era regolarmente allenato la sera prima senza sollevare alcun problema, sono state ritenute idonee sia dagli arbitri sia dai Delegati Uefa nel corso del sopralluogo".

La denuncia del Barça - Il Barcellona ha presentato una denuncia formale alla Uefa per lo stato del campo dello stadio Meazza. Sul sito del club catalano si legge infatti che la questione è stata rivolta al delegato della Uefa Mikalai Varabyov nella riunione dopo il match. La denuncia è stata inclusa nella relazione del delegato bulgaro della Uefa che chiederà spiegazioni al Milan, secondo quanto riferisce il sito del Barcellona.
Dopo la partita Pep Guardiola e molti suoi giocatori si sono lamentati per le condizioni del prato, giudicate per niente ideali, e hanno sottolineato che il campo non è stato innaffiato come invece era stato deciso nella riunione fra i club prima della partita. In particolare sia Guardiola che i suoi calciatori si erano lamentati del fatto che sul prato di S. Siro si scivolasse troppo, ed il tecnico aveva precisato che "Milan ed Inter meriterebbero un terreno di gioco migliore".

Commenta nel forum della Champions League