"Sono molto contento per quello che ho visto in questa partita, i ragazzi hanno ragione ad essere ottimisti e credere di poter vincere a Madrid". Nonostante il ko subito al Meazza, ai microfoni di Sky il tecnico del Milan Clarence Seedorf crede nella possibilità dell'impresa dei suoi nella partita di ritorno degli ottavi di finale allo stadio Vicente Calderon di Madrid. "Abbiamo concesso veramente poco a questa squadra - aggiunge Seedorf - per più di un tempo siamo stati superiori. Poi su calcio piazzato siamo stati sfortunati, ma abbiamo giocato un tempo: ora manca il secondo. Abbiamo dato tanto quest'anno, la squadra ha dovuto rincorrere per tutta la stagione e questo ti toglie il triplo delle energie: nel secondo tempo il calo c'è stato e ci ha fatto diminuire l'attenzione. Ma anche da questo punto di vista oggi siamo migliorati, stiamo crescendo e questo mi da' fiducia. Il ritorno e' lontano, ma questa prestazione ci aiuterà ad affrontarli al meglio. Fatichiamo a fare gol? Il calcio - fa notare il tecnico rossonero - non è basket, vincere 1 a 0 non è una vergogna: il gol arriverà, noi dobbiamo continuare a creare, migliorando il feeling tra di noi. I giocatori e anche io meritiamo un po' di tempo per migliorare".

Condizioni di De Sciglio e Balotelli da valutare -
Il difensore del Milan Mattia De Sciglio è stato portato in ospedale per esami dopo l'infortunio alla caviglia che lo ha messo fuori gioco dopo 26 minuti. Secondo una prima diagnosi si tratterebbe di una contusione e di una distorsione. Solo domani sarà chiara l'entità dell'infortunio e lo stesso vale per Mario Balotelli, che ha lasciato lo stadio con il braccio destro immobilizzato da una fasciatura per il problema alla spalla rimediato nel secondo tempo.

La cinicità di Simeone -
"Abbiamo approfittato dell'occasione che abbiamo avuto". Il tecnico dell'Atletico Madrid, Diego Pablo Simeone, spiega così la vittoria contro il Milan a San Siro nell'andata degli ottavi di Champions League nonostante le difficoltà incontrate soprattutto nella prima frazione. "Nei primi dieci minuti - aggiunge Simeone ai microfoni di Sky - abbiamo fatto bene, ma poi abbiamo sofferto. Nel primo tempo eravamo lenti a ripartite, nel secondo tempo abbiamo cambiato e cominciato a guadagnare il centrocampo e poi il gol ci ha messo in condizione di giocare la partita che ci aspettavamo".