"E' una partita in cui dobbiamo pensare a fare un gol: se ci riusciamo la gara si ribalta nella testa. Dopo, cambierebbe tutto". Così il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, alla vigilia della gara di ritorno degli ottavi di Champions League sul campo del Real Madrid. "C'è il risultato dell'andata che ci penalizza - sottolinea Spalletti, riferendosi allo 0-2 subito all'andata all'Olimpico, in conferenza stampa - ma non dobbiamo pensarci: se si pensa a dover fare tre gol diventa difficile, ma nel calcio diventano fondamentali dei risvolti psicologici. Se si fa un gol, tutto potrebbe cambiare".

E ancora: "Chiedo ai ragazzi qualcosa in più dell'impossibile. Fare un'impresa al Bernabeu sarebbe un sogno". Sulla crescita della squadra: "Ad ogni partita è sempre migliorata e il risultato dell'andata ci ha penalizzato più di quanto visto in campo. Abbiamo pagato episodi sfortunati".

Uno degli uomini in più di questa Roma è sicuramente Stephan El Shaarawy: "Aveva le idee chiare sin da quando è arrivato. Gli faccio i complimenti, sta dimostrando tutto il suo valore".