Sfoglia l'Album del Grande Ciclismo

Tom Boonen non ci sarà oggi all'Amstel Gold Race, e l'assenza del campione belga che finora ha dominato la stagione apre vari scenari per la prima gara del trittico delle Ardenne, che comprende mercoledì la Freccia Vallone e domenica prossima la Liegi-Bastogne-Liegi. Tra i favoriti d'obbligo c'è Philippe Gilbert, ma lo stesso vincitore delle ultime due edizioni ha messo le mani avanti, affermando di non sentirsi in forma come l'anno scorso, come dimostra il fatto che finora in questa stagione non ha mai vinto.

"Mi batterò - ha detto il belga - ma ho avuto un inizio di stagione difficile e devo ancora raggiungere la migliore condizione". Nella squadra di Gilbert ci sono altri due pretendenti per la vittoria, Greg Van Avermaet e il vincitore del Tour 2011, Cadel Evans. La classica gara olandese, che si disputa dal 1966, prevede la partenza a Maastricht e traguardo a Valkenburg dopo 256,5 km, con ben 31 strappi, tra i quali il duro Cauberg che sarà da affrontare per ben tre volte, l'ultima subito prima dell'arrivo. Un percorso impegnativo, per buona parte quello del Mondiale su strada in programma a settembre proprio a Valkenburg, che offre qualche chance di mettersi in luce agli spagnoli Samuel Sanchez e Joaquin Rodriguez.

Compatta anche la pattuglia italiana, alla quale però è venuto a mancare proprio oggi uno dei possibili protagonisti, Filippo Pozzato. Il capitano della Farnese Vini Selle Italia non potrà essere al via per i postumi della botta ad un ginocchio rimediato nella caduta alla Parigi-Roubaix di domenica scorsa. "Devo cercare di rimettermi al meglio in vista del Giro d'Italia. Voglio fare bene sulle strade di casa", ha fatto sapere il corridore veneto. L'ultimo italiano a vincere la corsa è stato Damiano Cunego, nel 2008, e questa volta il portacolori della Lampre cercherà di sfruttare la buona forma attuale, come peraltro Vincenzo Nibali, che dopo la vittoria nella Tirreno-Adriatico e una buonissima Sanremo si è concentrato sulla preparazione. Il siciliano dovrà però anche fare i conti con il suo compagno della Liquigas Peter Sagan, pronto a mettersi in evidenza. Nella corsa olandese, infine, potrebbe trovare un nuovo acuto il francese Thomas Voeckler, recente vincitore della Freccia del Brabante.