Obiettivo Basilea per le 32 candidate all’epilogo dell’Europa League, in campo nei sedicesimi di finale della competizione. A distanza di due mesi dal sorteggio di Nyon archiviamo il mercato invernale, la ripresa della maggior parte dei campionati e le modifiche delle liste Uefa, tre parametri che possono mescolare gli incroci precedentemente estratti. Sfide già inserite in calendario dalle tre italiane ancora in corsa che, varcata la fase a gironi, attendono rivali tutt’altro che agevoli: vecchie conoscenze per Napoli e Fiorentina rispettivamente accoppiate con Villarreal e Tottenham, insidia Galatasaray invece sul cammino della Lazio.

Incontri in programma il 18 e il 25 febbraio che hanno esorcizzato scontri fratricidi, tuttavia possibili a partire dall’estrazione degli ottavi di finale. Un pericolo comune anche per le aspiranti spagnole e tedesche, le più presenti nel torneo con quattro esponenti a testa. Non mancano club dal profilo europeo soprattutto tra le estromesse dalla Champions League come Manchester United, Porto e Siviglia, quest’ultima la più vincente di sempre tra Coppa Uefa ed Europa League. Nel gruppo brillano le favole delle debuttanti Molde, Krasnodar e Sion, in lizza tra le 32 pretendenti sulla strada di Basilea.

GUARDA LA MAPPA INTERATTIVA DELL'EUROPA LEAGUE