"Domani dobbiamo essere lucidi e pazienti nella fase offensiva, senza farci condizionare, rischiando di andare nell'ansia". Ha le idee chiare Maurizio Sarri, alla vigilia della sfida di ritorno contro il Villarreal, in cui il Napoli deve rimontare l'1-0 del Madrigal.

"Loro verranno a difendersi? Se lo faranno - spiega Sarri - sarà perché noi li costringiamo. Poi il catenaccio degli avversari si risolve sprecando meno occasioni a differenza delle ultime partite in cui abbiamo creato tanto e segnato poco. Ma noi dobbiamo anche essere molto attenti in difesa, contro una squadra fortissima ed equilibrata, che è andata a giocare a Madrid contro l'Atletico e ha pareggiato costruendo due palle gol".

Higuain? Decide lui se giocare - "Higuain è un fuoriclasse, decide lui. Se domani vuole rispondere alle critiche di chi dice che non segna allora gioca". Lo ha detto Maurizio Sarri parlando delle scelte di formazione nel ritorno dei sedicesimi di finale che vede il Napoli impegnato al San Paolo contro il Villarreal. "Bisogna accettare - ha detto Sarri - da un giocatore che fa 26 gol che stia sette giorni, e non sette mesi, senza segnare e quindi se domani vuole giocare io lo faccio giocare, se vuole togliersi dei sassolini".

Albiol sogna in grande - "Vogliamo andare in Champions League direttamente l'anno prossimo e coltivare il sogno dello scudetto, però ci teniamo anche all'Europa League". Così Raul Albiol lancia il Napoli alla vigilia della sfida di ritorno di domani contro il Villarreal in Europa League. "Ora arrivano - ha spiegato il difensore spagnolo - tre mesi importantissimi per noi per finire bene questa stagilne. La stanchezza per gli impegni ogni tre giorni? Quando ci sono le motivazioni la stanchezza scompare, e noi ne abbiamo tante. In difesa abbiamo fatto finora grandi partite, sono molto ammirato di come Sarri concepisce la difesa".