Dopo le indiscrezioni, l'ufficialità. Il nuovo sistema di qualifiche a eliminazione della Formula 1 partirà già quest’anno. Le novità sono state approvate dalla Fia, e saranno pronte già per il Gran Premio d’Australia, nonostante le incertezze in merito all’implementazione del nuovo sistema software di cronometraggio. Il patron del Circus Bernie Ecclestone aveva inizialmente ipotizzato l’adozione del sistema sono dal Gran Premio di Spagna. Dopo il meeting di oggi a Ginevra del Consiglio Mondiale della Fia, però, anche la Fom (la formula one management di Ecclestone) avrebbe assicurato di poter essere pronta con il nuovo sistema il tempo per la prima gara di Melbourne del 20 marzo.


Come funziona - Il nuovo format del sabato di gara è basato sempre su tre mini-sessioni: la Q1 durerà 16 minuti, il pilota più lento sarà eliminato dopo i primi 7 minuti ed ogni 90 secondi saranno eliminati altri piloti fino alla 16ma posizione. I piloti ad accedere alla Q2 saranno 15. La Q2 durerà 15 minuti e seguirà lo stesso procedimento della Q1, con il primo pilota eliminato dopo sei minuti. Alla Q3 accederanno otto piloti. La Q3, l'ultima e decisiva manche per la pole position, durerà 14 minuti. Il primo pilota a essere eliminato sarà quello più lento dopo cinque minuti. Si procederà fino all'assegnazione della pole all'unico pilota rimasto dopo le eliminazioni successive ogni 90 secondi (gli ultimi due piloti si sfideranno per la pole in una sorta di finale della durata di un minuto e mezzo).